Categoria

Messaggi Popolari

1 Riabilitazione
Cavolo cappuccio per la gotta: quale preferire e come utilizzare?
2 Ginocchia
Anatomia del gomito
3 Gotta
Dolore al gomito (articolazione del gomito): cause, trattamento, cosa fare se il gomito fa male, come trattare
Image
Principale // Riabilitazione

Mal di schiena che si irradia alla gamba: un'analisi completa, cause, trattamento e prevenzione


Qualsiasi dolore che si manifesti senza una ragione apparente dovrebbe allertare immediatamente la persona che ne soffre. Ma niente può ferire proprio così. Soprattutto dovrebbe essere preoccupato per quei casi in cui il dolore si verifica in un luogo e scorre o dà a un altro. Ad esempio, dolore acuto nella parte bassa della schiena che si irradia alla gamba destra o sinistra.

introduzione

È importante sapere! I medici sono scioccati: "Esiste un rimedio efficace e conveniente per i dolori articolari". Leggi di più.

Con i primi segni dell'insorgenza della malattia, una persona si perde e non sa come trovarsi in una determinata situazione, quale medico contattare e qual è il motivo. I più comuni in tali situazioni sono i rinvii a un neurologo, ortopedico, reumatologo, osteopata, ginecologo. A volte l'appello non si esaurisce con uno specialista e più medici devono chiedere aiuto contemporaneamente.

Le cause del mal di schiena che si irradia alla gamba destra o sinistra o ad entrambe le gambe contemporaneamente sono diverse e dipendono dalle situazioni in cui si verifica, da quanto tempo fa male la parte bassa della schiena, qual è la natura del dolore, ecc..

Cause del dolore che si irradia alla gamba

Il dolore lombare che si irradia alla gamba può verificarsi per i seguenti motivi:

  1. Ernia intervertebrale.
  2. Tumori del midollo spinale.
  3. Protrusione del disco intervertebrale.
  4. Vasculite del nervo sciatico.
  5. Neuropatia piriforme.
  6. Nervi femorali schiacciati.
  7. Oncologia genitale nelle donne.
  8. Osteoporosi.
  9. Deformità congenite della colonna vertebrale.
  10. Sindrome delle faccette.

Questo non è un elenco completo dei motivi che causano disagio alla colonna lombare, che si irradia alla gamba sinistra o destra. Le ragioni sono molto gravi e richiedono una visita urgente dal medico e un trattamento di alta qualità, che sarà prescritto da un medico che ha studiato a fondo il problema e le cause.

Luogo di localizzazione del dolore e sua natura

Da cosa ha causato esattamente il dolore nella parte bassa della schiena, a quale parte della gamba dà, qual è la sua natura, possiamo parlare del motivo specifico per il verificarsi del dolore.

  1. Il dolore alla colonna lombare con un ritorno alla coscia suggerisce che sia stato causato da un'ernia del disco o da una protrusione (cioè gonfiore). Se il dolore è accompagnato da una maggiore sudorazione, questo indica tumori del midollo spinale o lesioni del nervo sciatico..
  2. Il dolore lombare, che si irradia alla parte posteriore della gamba, indica un nervo sciatico schiacciato.
  3. La lombalgia che si irradia lateralmente alla gamba (dolore simile a una striscia) indica ernie intervertebrali, pizzicamento delle radici nervose del midollo spinale, debolezza dei muscoli della coscia.
  4. Il dolore lombare con un ritorno nella parte anteriore della coscia è una conseguenza della sconfitta del nervo femorale.
  5. Il dolore sordo nella parte bassa della schiena e nel ginocchio indica contemporaneamente malattie oncologiche degli organi genitali interni, artrosi dell'articolazione dell'anca.

Malattie comuni per la lombalgia che si irradia alla gamba

La pratica a lungo termine dei medici coinvolti nel trattamento del sistema muscolo-scheletrico ha dimostrato che le più comuni malattie associate alla nevralgia della colonna lombare, che si irradiano alla gamba, sono:

  • sciatica: compressione delle radici nervose della regione sacrale della colonna vertebrale. Il dolore si manifesta nella parte bassa della schiena e si irradia ai glutei e al ginocchio;
  • lumboischialgia: compressione delle radici nervose dell'intera colonna vertebrale. Con questo fenomeno, il dolore si localizza nella parte bassa della schiena e si diffonde lungo la colonna vertebrale, terminando nella gamba appena sotto la coscia. La lumboischialgia può essere il risultato di molte malattie ortopediche e reumatiche (osteocondrosi, condrosi, reumatismi);
  • la sciatica è una conseguenza dell'ischialgia lombare e della sciatica. La natura della nevralgia con radicolite della regione lombosacrale è acuta, dolore lancinante nella regione lombare, a volte si irradia alla gamba destra o sinistra. Si verifica dopo prolungata ipotermia, movimenti fisici, improvvisi, carichi, sollevamento pesi;
  • malattie somatiche (urologiche e ginecologiche). Spesso, i problemi nella parte bassa della schiena con malattie urologiche o ginecologiche iniziano nell'area dell'inguine; il dolore scorre nella parte bassa della schiena e nelle gambe.

Anche i problemi articolari "trascurati" possono essere curati a casa! Ricorda solo di spalmarlo una volta al giorno..

Trattamento per il dolore lombare che si irradia alla gamba

La nevralgia lombare è un fenomeno diffuso e ben studiato. Pertanto, la medicina moderna ha diversi metodi per trattare tali patologie. Dopo l'esame iniziale da parte del medico, vengono prescritti test per determinare la diagnosi. All'esame il medico determina se compare tensione a destra oa sinistra della gamba, in quale parte dell'arto, scopre i motivi che hanno provocato il dolore.

Il trattamento è prescritto solo dopo la diagnosi.!

Trattamento per problemi ortopedici

Se i motivi sono ortopedici, reumatici, di solito viene prescritto un corso composto dai seguenti farmaci:

Dopo aver rimosso l'infiammazione, il dolore, rilassato i muscoli, ripristinato la normale circolazione sanguigna nei tessuti, il trattamento continua:

  • fisioterapia;
  • massaggio;
  • bagni terapeutici (iodio bromo, fanghi, idrogeno solforato);
  • ginnastica medica.

In caso di cause non ortopediche di sensazioni spiacevoli nella parte bassa della schiena, i motivi vengono determinati prima, quindi il trattamento viene prescritto da un medico nell'area in cui sono stati riscontrati i problemi.

Prevenzione delle malattie ortopediche

Un ruolo importante è svolto dalla prevenzione delle malattie dell'apparato muscolo-scheletrico. Hanno un buon effetto sul benessere dei pazienti:

  1. Uso di materassi e cuscini ortopedici.
  2. Condurre uno stile di vita sano.
  3. Passeggiate all'aria aperta.
  4. Nuoto.
  5. Passeggiate a cavallo.
  6. Esercizio quotidiano.
  7. Rispetto della routine quotidiana.
  8. Assunzione stagionale di vitamine e minerali (primavera e autunno).

L'esercizio fisico è molto importante sia per il dolore alla colonna lombare che per la prevenzione di varie malattie della schiena.

Il dolore simultaneo alla gamba, destra o sinistra, e alla parte bassa della schiena è un motivo per cercare aiuto medico il prima possibile, senza aspettare che vada via da solo. Puoi temporaneamente aiutare te stesso da solo se il problema viene colto di sorpresa. Dare un'iniezione di anestetico, strofinare il punto dolente con un unguento anestetico e riscaldante, assumere una posizione del corpo comoda, ma il trattamento non deve essere evitato.

Conclusione

Quando la nevralgia si verifica nella colonna lombare, il trattamento si basa sul chiarire ed eliminare la causa della nevralgia, alleviare il processo infiammatorio e la sindrome del dolore e mantenere la colonna vertebrale in uno stato normale. Cause di disagio nella parte bassa della schiena - ortopediche e non ortopediche.

Con i pazienti non ortopedici, l'assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei non è pratica, poiché il motivo non è nella colonna vertebrale, ma nei problemi con gli organi interni. Nelle malattie ortopediche, un ruolo importante è giocato dalla rapidità con cui sono state scoperte le cause, è stato avviato il trattamento e fatta la diagnosi corretta..

L'accesso tempestivo a un medico e un trattamento adeguatamente prescritto sono la chiave del successo e della salute.

Dolore alla schiena e alle gambe: cause di trazione, dolore doloroso

Il dolore doloroso nella parte bassa della schiena e nelle gambe si verifica sullo sfondo dell'esposizione a vari fattori patologici e fisiologici. Una determinazione affidabile della causa determina le successive tattiche terapeutiche..

Possibili ragioni

Se la parte bassa della schiena fa male e tira le gambe, i motivi potrebbero essere diversi. Per comodità di diagnosi e trattamento, le patologie sono state suddivise in diversi gruppi:

  • patologia di varie strutture del sistema muscolo-scheletrico;
  • processi oncologici;
  • malattie renali e delle vie urinarie;
  • tubercolosi spinale;
  • patologie autoimmuni;
  • ragioni fisiologiche.

Per ogni gruppo di motivi vengono selezionate misure terapeutiche che presentano differenze fondamentali..

Sintomi associati

Quando le gambe vengono portate via e la parte bassa della schiena fa male, è necessario prestare attenzione ad altre manifestazioni cliniche concomitanti che aiuteranno a sospettare l'origine del disagio. A seconda del gruppo di cause, il quadro clinico presenta alcune differenze..

Patologie delle strutture del sistema muscolo-scheletrico

Il dolore nella regione lombare, che è isolata o si irradia alle gambe, si sviluppa spesso a causa di diverse condizioni patologiche di varie parti della cresta:

  • Osteocondrosi: una malnutrizione del tessuto cartilagineo delle strutture della cresta porta alla loro graduale distruzione. L'altezza dei dischi intervertebrali diminuisce, si sviluppa una reazione infiammatoria. Spesso si verifica una violazione delle radici spinali. Nell'area dei cambiamenti appare il dolore, che si intensifica sullo sfondo dei movimenti, dopo carichi statici sistematici prolungati. Dà al gluteo, gamba a destra o sinistra, principalmente sulla superficie posteriore. Allo stesso tempo, la forza muscolare diminuisce, la pelle diventa insensibile. Le manifestazioni di solito si intensificano nel pomeriggio, la sera, la notte.
  • Protrusione o ernia del disco intervertebrale - la formazione di una protrusione con o senza danno all'anulus fibroso. Il processo patologico può toccare e violare le radici spinali, provocando sensazioni di dolore che possono essere date alla gamba, alluce.
  • Lesioni posticipate della colonna vertebrale o di altre strutture del sistema muscolo-scheletrico, che si riflettono in misura variabile sulla forma e sullo stato funzionale della colonna vertebrale.
  • L'artrosi è una lesione degenerativa-distrofica progressiva della cartilagine articolare con conseguente sviluppo di una reazione infiammatoria. La condizione patologica è accompagnata da un dolore doloroso che appare dove sono pizzicate le fibre nervose. Aumenta durante l'esacerbazione della risposta infiammatoria.
  • Cambiamenti congeniti o acquisiti nella forma della cresta, che sono localizzati nella regione lombare, in particolare lordosi o scoliosi. Spesso portano alla violazione delle radici spinali con la comparsa delle corrispondenti manifestazioni cliniche.

La sclerosi multipla porta ad una diminuzione del tono muscolare scheletrico, convulsioni periodiche, seguite da un cambiamento nella forma della cresta e dalla violazione delle radici spinali.

Le sensazioni di dolore causate da cambiamenti patologici nelle strutture del sistema muscolo-scheletrico sono caratterizzate da un aumento durante vari movimenti: camminare, piegarsi, eseguire un respiro profondo o un'espirazione. Dopo una lunga permanenza del corpo in una posizione, compare un dolore doloroso che porta ad un aumento del carico statico sulla parte bassa della schiena.

Processi oncologici

Il dolore lombare è spesso il risultato dello sviluppo di una neoplasia benigna o maligna della corrispondente localizzazione. I tumori più comuni includono:

  • Il neurinoma è una formazione tumorale benigna che ha origine dal tessuto nervoso. Si manifesta con la formazione di un rigonfiamento doloroso nella regione lombare e dolore doloroso. La pesantezza si sente soggettivamente. Quando si preme sul tumore, le sensazioni di dolore aumentano. Spesso, la pelle diventa intorpidita allo stesso tempo e il disagio si irradia a gamba, lato, addome.
  • Il sarcoma è un cancro che si sviluppa dal tessuto connettivo e può avere una diversa localizzazione nel corpo, inclusa la regione lombare. L'istruzione è caratterizzata da una crescita aggressiva, metastasi precoci. Con la progressione del processo oncologico, il dolore lombare diventa intenso. La rimozione del disagio con farmaci antinfiammatori non steroidei è impossibile.
  • Il condroma è una neoplasia benigna che si sviluppa dal tessuto cartilagineo. È stato asintomatico per molto tempo. In caso di compressione delle radici spinali, si sviluppa un quadro clinico simile all'osteocondrosi. Nella regione lombare compaiono dolori doloranti, che si irradiano alla gamba, allo stesso tempo la pelle può diventare insensibile, dolorante, torcere la coscia, la parte inferiore delle gambe, le ginocchia e ridurre i polpacci. Se le fibre motorie vengono pizzicate, i muscoli degli arti inferiori, compreso il piede, potrebbero cedersi, causando la caduta della persona. Inizialmente, si sviluppa debolezza della parte inferiore della gamba, del piede, fino alla paralisi muscolare. Sulla pelle compaiono "pelle d'oca", la gamba inizia a gonfiarsi.

Il possibile sviluppo del processo oncologico è indicato dalla comparsa di gonfiore nella regione lombare. Nelle fasi successive della formazione di una neoplasia maligna, si sviluppa l'intossicazione da cancro, caratterizzata da avvelenamento del corpo umano con i prodotti di scarto delle cellule alterate. Il peso corporeo di una persona diminuisce fino all'esaurimento o alla cachessia, compaiono nausea, vomito e la temperatura corporea aumenta. Il dolore nell'area del tumore primario e delle sue metastasi diventa insopportabile.

Nefropatia

I reni si trovano nel tessuto retroperitoneale della regione lombare. Lo sviluppo di processi patologici è accompagnato dalla comparsa di sensazioni dolorose della corrispondente localizzazione:

  • La glomerulonefrite è un'infiammazione dei glomeruli di entrambi i reni, che ha un'origine autoimmune ed è caratterizzata da una graduale interruzione dello stato funzionale dell'organo. Il dolore nella parte bassa della schiena è bilaterale, non si irradia alla gamba. La progressione della patologia acuta o cronica è accompagnata dallo sviluppo di edema sotto gli occhi, che sono più pronunciati al mattino.
  • La pielonefrite è un'infiammazione infettiva del sistema calice-pelvico del rene destro o sinistro. La malattia è accompagnata dalla comparsa di dolori alla schiena. L'intossicazione si sviluppa con un aumento della temperatura corporea, dolori muscolari, che assomigliano a un raffreddore.
  • Urolitiasi: la formazione di componenti insolubili nelle strutture cave dei reni è accompagnata da attacchi di forte dolore - colica renale. Nel periodo interictale, può far male alla parte bassa della schiena.

Lo sviluppo della patologia renale è spesso accompagnato da cambiamenti nelle urine. Diventa torbido, le impurità compaiono sotto forma di strisce di sangue, muco e pus. Negli uomini, la causa del dolore è la prostatite. Una prostata infiammata spesso aumenta di dimensioni, il che rende difficile urinare. Nelle donne, durante le mestruazioni si verificano sensazioni spiacevoli nella parte bassa della schiena, che si irradiano all'addome inferiore.

Tubercolosi spinale

Lo sviluppo di uno specifico processo infettivo nelle vertebre, provocato dall'attività vitale del Mycobacterium tuberculosis, porta alla graduale distruzione del tessuto osseo. Si formano cavità, contenenti un gran numero di agenti patogeni, cellule morte. In questo caso, fa male solo nella parte bassa della schiena. Il disagio è doloroso in natura. Allo stesso tempo, si sviluppa un'intossicazione specifica con un aumento della temperatura corporea a numeri subfebrilari (37-37,5 ° C). Nelle prime fasi, la tubercolosi di solito non ha sintomi clinici. La persona è preoccupata per la stanchezza immotivata.

Patologia autoimmune

La violazione del sistema immunitario provoca la formazione "errata" di anticorpi contro i tessuti del corpo. Questo porta a uno specifico processo infiammatorio. I processi autoimmuni che causano la lombalgia includono reumatismi, artrite reumatoide e spondilite anchilosante. Allo stesso tempo, varie articolazioni sono interessate, la mobilità in esse si deteriora, i tessuti intorno a loro iniziano a gonfiarsi. I sintomi sono particolarmente pronunciati al mattino dopo il sonno. È difficile per una persona alzarsi in piedi, trovare difficile piegarsi o raddrizzarsi, camminare.

Con la spondilite anchilosante, la rigidità della colonna vertebrale progredisce fino alla completa impossibilità di eseguire movimenti in essa. Allo stesso tempo, si sviluppa un fallimento funzionale di altri organi. Il cuore, i reni, il pancreas e la tiroide sono spesso colpiti.

Cause fisiologiche

Il dolore alla schiena può svilupparsi nelle donne in gravidanza. Nelle fasi successive, il carico sulla parte bassa della schiena aumenta, gli organi interni vengono spostati dall'utero allargato. L'origine uterina del mal di schiena si verifica con il mioma, che è una neoplasia benigna che raggiunge grandi dimensioni. Spesso, il deflusso della linfa peggiora a causa del quale la parte bassa della schiena fa male e le gambe si gonfiano.

Nei bambini, negli adolescenti, principalmente nelle ragazze, il dolore, l'intorpidimento possono avere un'origine nevrotica, che è associata alle peculiarità dello stato del sistema nervoso. La psicosomatica è accompagnata da insonnia, che può richiedere misure terapeutiche. Hai bisogno di dormire bene.

Diagnostica, trattamento e prevenzione

Per determinare in modo affidabile l'origine e il tipo di disagio nella parte bassa della schiena, in cui la gamba viene spesso portata via, insensibile, è necessario visualizzare la colonna vertebrale. Per questo, viene utilizzata la risonanza magnetica computerizzata a raggi X, che consente di identificare efficacemente i cambiamenti. Per valutare lo stato funzionale del corpo, la diagnostica dovrebbe iniziare con test di laboratorio..

Il trattamento del dolore nella parte bassa della schiena è complesso. Include misure terapeutiche che dovrebbero influenzare le cause del processo patologico. La malattia può essere curata a casa con la stretta aderenza alle raccomandazioni mediche. Questi includono regime generale, dieta, terapia fisica con esercizi per la schiena e l'uso di vari farmaci da prescrizione. È necessario sdraiarsi correttamente per ridurre il carico sulla colonna vertebrale. Nella clinica, puoi eseguire procedure di fisioterapia, incluso il freddo nell'area del gonfiore dei tessuti.

Per alcune malattie con mal di schiena, se lo si desidera, è possibile utilizzare rimedi popolari sotto forma di piante medicinali. Devi prima consultare un medico.

Nel caso di un processo oncologico, i tessuti alterati vengono rimossi chirurgicamente, seguiti da radioterapia, utilizzando iniezioni di citostatici.

Se la parte bassa della schiena inizia a ammalarsi, è necessario consultare un medico. Lo specialista, in base al quadro clinico, sceglierà il trattamento successivo e la tattica diagnostica. Senza una causa stabilita in modo affidabile della patologia, non può esserci un trattamento efficace.

La parte bassa della schiena fa male e tira le gambe

Molto spesso, tira la parte bassa della schiena e le gambe in caso di lesioni degenerative degenerative dei tessuti cartilaginei dei dischi intervertebrali. Queste sono le parti strutturali della colonna vertebrale che forniscono una distribuzione uniforme dell'assorbimento degli urti e proteggono i nervi radicolari dalla compressione durante il movimento..

Se la parte bassa della schiena fa male e le gambe tirano, è necessario un esame della colonna vertebrale lombosacrale. Questo può essere un segno clinico di una grave patologia: la stenosi spinale. In modo simile, si manifesta un'ernia intervertebrale, che cade nel lume del canale spinale. Una causa più sicura di disagio può essere l'osteocondrosi, complicata dalla sporgenza circolare diffusa del disco intervertebrale. In questo caso, c'è una pressione non critica uniforme sui nervi radicolari su entrambi i lati. Con un sovraccarico compensatorio dei muscoli della parte bassa della schiena, una situazione simile può continuare per un periodo piuttosto lungo..

Per stabilire una diagnosi accurata ed escludere potenziali cause più pericolose dell'insorgenza di un sintomo clinico, è necessario consultare un neurologo. Questo medico, con l'ausilio di un esame manuale e di test diagnostici funzionali, sarà in grado di identificare la causa della patologia e formulare una diagnosi accurata. Prescrivere un trattamento efficace e sicuro.

In questo articolo, puoi scoprire le cause più comuni di lombalgia e tiri alle gambe. Queste informazioni sono solo a scopo informativo, non è possibile utilizzarle per l'autodiagnosi della propria condizione e per il trattamento a casa. Se hai questi sintomi, consulta immediatamente il medico. Gli editori del sito non sono responsabili delle tue azioni in caso di utilizzo di queste informazioni per il trattamento.

Motivi per cui la parte bassa della schiena fa male e tira le gambe

Ci sono molte ragioni per cui la parte bassa della schiena e le gambe vengono tirate, principalmente malattie della colonna vertebrale, in cui la conduzione dell'impulso nervoso attraverso le cellule dei nervi radicolari è disturbata.

Il motivo più comune per cui la parte bassa della schiena fa male e tira le gambe è l'osteocondrosi. Questa è una malattia distrofica degenerativa associata alla distruzione del tessuto cartilagineo dei dischi intervertebrali. La colonna vertebrale è la base del sistema muscolo-scheletrico del corpo umano. È responsabile della flessibilità del corpo, della mobilità degli arti e della sicurezza del midollo spinale.

I dischi intervertebrali si trovano tra i corpi vertebrali. Sono costituiti da cartilagine e non hanno il proprio flusso sanguigno. I dischi cartilaginei possono ricevere tutta la nutrizione e il volume di liquido necessario solo durante lo scambio diffuso con i muscoli paravertebrali situati nelle vicinanze. Quando questi muscoli si contraggono, rilasciano un fluido che si arricchisce di ossigeno e sostanze nutritive. Quando viene compresso, il disco intervertebrale rilascia fluido con prodotti di decadimento. Quindi, ha luogo uno scambio diffuso. Se non c'è abbastanza tensione fisica regolare sulla struttura muscolare della schiena, questo processo viene interrotto.

Prima di tutto, i tessuti dell'anello fibroso (la densa membrana esterna del disco intervertebrale) sono interessati. La superficie è ricoperta da una rete di fessure in cui si depositano i sali di calcio. Ciò impedisce un'ulteriore nutrizione diffusa a tutti gli effetti del tessuto cartilagineo. Quando il disco perde la sua elasticità e proprietà ammortizzanti, la sua altezza inizia a diminuire per il fatto che l'anello fibroso prende gradualmente l'acqua dai tessuti del nucleo polposo (il corpo gelatinoso situato all'interno dell'anello fibroso).

L'osteocondrosi procede in più fasi:

  • le alterazioni distrofiche degenerative iniziali nei tessuti cartilaginei danno una sindrome del dolore di piccola intensità, i dolori tiranti nella parte bassa della schiena e nelle gambe possono essere di natura riflessa;
  • protrusione del disco intervertebrale - con una diminuzione della sua altezza, si verificano compressioni periodiche del nervo radicolare e infiammazione dei tessuti molli circostanti - la sensazione che le gambe stiano tirando può essere presente quasi costantemente;
  • estrusione o rottura dell'anello fibroso senza perdita di parte del nucleo polposo - si verifica infiammazione e sovraccarico compensatorio dei muscoli circostanti;
  • ernia del disco - la rottura dell'anello fibroso e l'uscita di parte del nucleo polposo, ha un forte effetto irritante sui tessuti circostanti, provoca un gran numero di sintomi neurologici.

Altre cause di trazione alle gambe e alla parte bassa della schiena includono:

  1. distrofia della struttura muscolare della schiena (i gruppi muscolari atrofizzati non affrontano la loro funzione e danno l'effetto di un'eccessiva tensione dei muscoli degli arti inferiori);
  2. stenosi del canale spinale, comprese quelle provocate dall'instabilità della posizione dei corpi vertebrali nella colonna lombare;
  3. restringimento del canale spinale nella colonna vertebrale sacrale a causa della formazione di deformità cicatriziali nelle membrane durali sullo sfondo di un processo infiammatorio cronico;
  4. sindrome della cauda equina - il pizzicamento di questo plesso nervoso può essere il risultato della distruzione dell'articolazione coccigeo-sacrale, lesioni al coccige, crepe e fratture di questa parte della colonna vertebrale;
  5. artrosi deformante iliosacrale - una malattia degenerativa che determina una distribuzione non uniforme del carico di ammortamento;
  6. curvatura della colonna vertebrale nelle regioni toracica e lombare e altri tipi di disturbi posturali, ad esempio, curvarsi o arrotondare la schiena;
  7. instabilità della posizione dei corpi vertebrali complicata da retrolistesi e antelistesi (spostamento in avanti e indietro con compressione delle membrane durali del midollo spinale);
  8. spondiloartrosi deformante;
  9. spondilosi anchilosante o spondilosi anchilosante;
  10. lupus eritematoso sistemico e sclerodermia, altre patologie reumatoidi;
  11. lesioni della colonna vertebrale lombare della colonna vertebrale (contusioni e distorsioni, rotture, lussazioni e sublussazioni, fratture e crepe);
  12. violazione della microcircolazione del sangue e del fluido linfatico con l'inizio del processo di ischemizzazione dei tessuti della colonna vertebrale.

Le ragioni per le donne che tirano le gambe e la parte bassa della schiena possono essere nascoste nella cavità pelvica. Annessite, endometriosi, fibromi uterini, gravidanza ectopica, prolicistosi e altre gravi patologie possono manifestarsi in questo modo. Non è necessario escludere la presenza di processi tumorali in caso di dolore alla trazione nella parte bassa della schiena e nelle gambe. Questi possono essere neoplasie della colonna vertebrale e del midollo spinale, vari tipi di emangiomi e neuromi. Inoltre, sensazioni spesso simili compaiono in pazienti con oncologia con metastasi nel tessuto della colonna vertebrale nella regione lombare..

Se hai mal di schiena e una gamba che tira, non provare a usare vari unguenti e preparati riscaldanti contenenti cobra o veleno d'api. Questi sono i più forti stimolanti della crescita biologica. Se la parte bassa della schiena tira e cede alla gamba sullo sfondo della crescita della neoplasia, questi farmaci accelereranno il processo e porteranno a un esito triste, non lasciandoti alcuna possibilità di trattare con successo la malattia sottostante.

Come puoi vedere, questo sintomo può indicare cambiamenti patologici molto gravi. Pertanto, non lasciare che tutto faccia il suo corso, contatta un medico che prontamente diagnosticherà e curerà.

Dolore lombare, tirando la gamba sinistra o destra

Se la parte bassa della schiena e la gamba destra vengono tirate, la probabilità di danneggiare la fibra nervosa da questo lato è alta. Se tira la parte bassa della schiena e la gamba sinistra, la malattia dovrebbe essere ricercata dallo stesso lato.

Nel caso in cui la parte bassa della schiena faccia male e tira la gamba destra, il medico escluderà gradualmente le seguenti malattie:

  1. alterazioni degenerative distrofiche nei tessuti cartilaginei della colonna vertebrale (osteocondrosi, protrusione accompagnatoria, estrusione ed ernia del disco);
  2. deformando la spondiloartrosi delle articolazioni intervertebrali;
  3. distruzione e infiammazione della giunzione sacrale iliaca delle ossa;
  4. lussazione o sublussazione dell'articolazione tra il sacro e il coccige;
  5. lesione della colonna vertebrale (frattura o fessura);
  6. sindrome piriforme, in cui si verifica la compressione del nervo sciatico;
  7. tubercolosi spinale e altre infezioni pericolose.

Se la parte bassa della schiena fa male e tira la gamba sinistra, allora si escludono allo stesso modo protrusione ed ernia del disco, spondilosi, disturbi posturali, danni all'anca e articolazioni ileo-sacrali.

Se le gambe tirano e la parte bassa della schiena fa male, è necessario eseguire una radiografia della colonna lombosacrale. In caso di difficoltà nel fare una diagnosi, si consiglia una scansione MRI. Inoltre, per escludere la patologia dell'articolazione ileo-sacrale, un neurologo può condurre un blocco diagnostico della novocaina. L'anestetico viene iniettato nella capsula articolare. Se dopo la procedura tutte le sensazioni spiacevoli scompaiono nel paziente, viene fatta una diagnosi appropriata. Con una tale malattia, è richiesto un certo trattamento, che differisce dalla terapia dell'osteocondrosi. Pertanto, è necessario eseguire un'attenta diagnosi differenziale..

Cosa fare se la parte bassa della schiena fa male e tira le gambe

La prima cosa da fare se la parte bassa della schiena fa male e le gambe tirano le donne è consultare un ginecologo. Questo medico aiuterà a escludere patologie degli organi interni della cavità pelvica. Quindi è necessario visitare un vertebrologo o un neurologo. Questi specialisti troveranno il motivo per cui la parte bassa della schiena si tira e la gamba diventa insensibile e faranno una diagnosi accurata.

Se la parte bassa della schiena e le gambe negli uomini vengono tirate, la probabilità di sviluppare adenoma prostatico è alta. Pertanto, è consigliabile visitare un urologo o un andrologo. Se la schiena fa male, la parte bassa della schiena e tira le gambe, ma la patologia urologica è esclusa, è necessario esaminare la colonna lombare. Questa è una radiografia, un'ecografia dei vasi sanguigni del canale spinale, una TC e una risonanza magnetica. Se necessario, è possibile eseguire l'ecografia dei muscoli della schiena.

Il trattamento viene effettuato a seconda della patologia identificata. Se questa è l'osteocondrosi e le sue conseguenze, allora è meglio eseguire la terapia usando i metodi dell'osteopatia, chinesiterapia, ginnastica terapeutica. Il massaggio e la riflessologia aiuteranno a ripristinare rapidamente tutti i tessuti danneggiati e prevenire il rischio di una ricaduta della patologia. Quando le grandi articolazioni degli arti inferiori vengono distrutte, è anche meglio usare metodi di terapia manuale..

Ti consigliamo di trovare una clinica di terapia manuale nel tuo luogo di residenza e di fare domanda per un esame e un trattamento completo..

Ci sono controindicazioni, è necessaria una consulenza specialistica.

Puoi usufruire del servizio di appuntamento gratuito del medico di base (neurologo, chiropratico, vertebrologo, osteopata, ortopedico) sul sito web della clinica del Movimento Libero. Alla prima consultazione gratuita, il medico ti esaminerà e ti intervisterà. Se ci sono risultati di risonanza magnetica, ecografia e raggi X, analizzerà le immagini e farà una diagnosi. In caso contrario, scriverà le istruzioni necessarie.

Perché la parte bassa della schiena fa male e dà alle gambe?

Il dolore che si manifesta nella regione lombare e si irradia alle gambe è una delle lamentele più frequenti dei pazienti. Le sensazioni spiacevoli causano un tremendo disagio fisico, frenano i movimenti, interrompono la vita e le prestazioni normali di una persona.

Il dolore nella regione lombare (lumboishalgia) è preceduto da gravi malattie del sistema nervoso o della colonna vertebrale. Per eliminare tali sintomi, è necessario agire sulla causa che ha causato il loro aspetto..

Il dolore può essere acuto o cronico in natura..

Ragione principale

La colonna vertebrale fa parte del sistema muscolo-scheletrico e contiene anche il canale spinale, in cui passa il midollo spinale, che innerva gli organi interni, gli arti superiori e inferiori.

La sindrome del dolore nella parte bassa della schiena può essere il risultato di patologie:

  • muscolo-tonico: tono alterato, attività muscolare;
  • vegetativo-vascolare: si osserva intorpidimento delle gambe, i vasi sono deformati,
  • fermarsi per svolgere la sua funzione normalmente;
  • neurodistrofico, causato da processi distruttivi nella colonna vertebrale stessa.

Il dolore che si manifesta nella parte bassa della schiena si manifesta a distanza in:

  • coscia (causata da tumori del midollo spinale);
  • la parte posteriore dell'arto (associata alla sindrome del piriforme);
  • sul lato della gamba (possibilmente in presenza di un'ernia intervertebrale);
  • la parte anteriore (tipica del danno al nervo femorale);
  • ginocchio (in caso di malattie dell'articolazione del ginocchio, oncologia dei genitali, fratture delle ossa pelviche).

Malattie di natura ortopedica

Tra le patologie frequentemente riscontrate che provocano manifestazioni dolorose:

  • ernia;
  • osteoporosi;
  • osteomielite;
  • spondilosi lombare;
  • spondilite anchilosante;
  • prolasso e protrusione dei dischi vertebrali;
  • deformità anatomiche congenite o acquisite nella colonna vertebrale lombosacrale.

I disturbi ortopedici sono accompagnati da tumori, pizzicamento del nervo sciatico, borsite.

Cause neurologiche

I cambiamenti di sensazione nelle gambe possono essere associati a malattie del nervo sciatico causate da:

  • ipotermia;
  • stress fisico;
  • osteocondrosi;
  • spostamento delle vertebre, pizzicamento delle radici nervose;
  • metabolismo improprio a causa di esaurimenti nervosi.

Altre cause di dolore

Se una persona ha dolore alla gamba sinistra e alla schiena, questo può essere provocato da:

  • L'inizio del ciclo mestruale. Il dolore è causato da cambiamenti ormonali, non è patologico. Copre l'addome inferiore, è a breve termine.
  • Malattie del sistema urinario e dei genitali. I primi si esprimono nella frequente voglia di urinare, nella presenza di sangue nelle urine e nell'oscuramento del suo colore naturale. Il secondo è caratterizzato dalla comparsa di sanguinamento abbondante. In entrambi i casi si verifica un aumento della temperatura corporea..
  • Patologie dell'apparato digerente, che indicano problemi al pancreas. Accompagnato da dolore all'addome, nausea e vomito, malessere generale, febbre.
  • Problemi con il cuore e i vasi sanguigni.

Sensazioni spiacevoli nella parte bassa della schiena possono essere innescate da una prolungata permanenza del corpo in una scomoda posizione fisiologica. Possono anche essere causati da:

  1. infiammazione muscolare;
  2. neoplasie oncologiche;
  3. infezioni;
  4. lesioni della colonna lombare (dovute a lesioni fisiche).

Contribuire alla comparsa di dolore nella parte bassa della schiena:

  • nelle donne: vene varicose, pressione eccessiva sul piede dovuta all'uso di scarpe col tacco alto, seno eccessivamente grande, malattie dell'utero e delle ovaie, menopausa;
  • negli uomini: prolungata inattività fisica, sovrappeso, aumento dello stress durante il lavoro o lo sport, essere in una brutta copia.

Manifestazioni cliniche

  • spasmo muscolare acuto;
  • sparare, tirare sensazioni nei vasi;
  • insonnia, disturbi mentali;
  • violazione delle funzioni motorie dell'arto: smette di piegarsi,
  • si avverte intorpidimento, la pelle diventa pallida.

Il dolore lombare è dato a una o entrambe le gambe contemporaneamente.

Misure diagnostiche

Il mal di schiena è il risultato di una patologia nascosta. Per scoprire la vera causa dell'anomalia, è necessario condurre una visita medica completa. A tal fine, nominare:

  • Raggi X dell'area dell'anca;
  • imaging a risonanza magnetica o computerizzata;
  • esame ecografico dei vasi sanguigni che alimentano la coscia;
  • analisi citologica che rileva la presenza di infezioni nel corpo.
  • biopsia muscolare;
  • Ultrasuoni degli organi addominali, circolazione sanguigna;
  • sigmoidoscopia e altre misure diagnostiche.

Sulla base dei risultati della diagnosi, vengono determinate ulteriori tattiche di trattamento del paziente.

Quale medico contattare?

Se ti fa male la schiena e la gamba sinistra o destra viene tirata, dovresti immediatamente chiedere il parere di un medico generico. Dopo un esame visivo e interrogatorio del paziente, il medico lo nominerà per sottoporsi a esami di laboratorio. In base ai risultati, il paziente viene reindirizzato per la consultazione a specialisti ristretti:

  • traumatologo;
  • chirurgo;
  • vertebrologo;
  • neurologo;
  • cardiologo;
  • pneumologo;
  • urologo;
  • ginecologo.

Metodi di trattamento

È necessario trattare la causa della patologia in modo completo, agendo su di essa con l'aiuto di farmaci, fisioterapia e metodi di trattamento non tradizionali. L'uso di uno solo di essi per sbarazzarsi della malattia è inefficace..

Farmaco

Dei medicinali, al paziente viene prescritto:

  1. Farmaci antinfiammatori per alleviare il dolore (Diclofenac, Ortofen, Ibuprofen, Voltaren, Ketorol). I dolori gravi vengono fermati da Naiz, Sedalgin, Paracetamol. Sono disponibili sotto forma di compresse per somministrazione orale o creme, unguenti e gel per applicazione esterna..
  2. Farmaci che alleviano l'edema tissutale (diuretici "Lasix", "Furosemide").
  3. Medicinali che prevengono il verificarsi di spasmi ("Trental", "Drotaverin", "Midocalm").
  4. Condroprotettori che ripristinano il tessuto cartilagineo ("Artra", "Dona", Structum).
  5. Ormoni volti a ripristinare la normale funzione renale.
  6. Vitamine del gruppo B. Somministrato per iniezione. Vengono prescritti se il dolore persiste a lungo.

Procedure di fisioterapia

Al fine di trattare completamente la malattia identificata, al paziente viene mostrato:

  • terapia diadinamica: esposizione a un punto dolente con una corrente elettrica;
  • magnetoterapia (basata sull'effetto positivo del campo magnetico);
  • elettroforesi;
  • fangoterapia.

Per ridurre l'intensità delle manifestazioni del dolore, si consiglia inoltre di indossare una benda o un corsetto speciale..

Metodi tradizionali di trattamento

Se il dolore alla schiena si irradia alla gamba (in qualsiasi direzione), anche i metodi di terapia non tradizionali aiutano a far fronte bene alla malattia. Eliminano efficacemente il dolore, ma non influenzano la fonte del suo verificarsi..

I medici tradizionali consigliano di fare con il mal di schiena:

  • Impacchi riscaldanti: aggiungere 4 uova di gallina a 100 g di vodka, mescolare. La procedura viene eseguita tre volte a settimana.
  • Macinatura: aggiungere pepe nero a 300 ml di vodka, lasciare agire per 14 giorni senza accesso alla luce del giorno.
  • Lozioni: aggiungere due cucchiai a un brodo di corteccia di quercia preparato. cucchiai di senape in polvere, un cucchiaino. olio di mandorle, tutto mescolato. Tratta la zona interessata ogni giorno.

Nella lotta contro la malattia, vengono anche utilizzati attivamente:

  • unguento di ippocastano;
  • tintura a base di baffi d'oro.

Qualsiasi ricetta popolare può essere utilizzata solo su raccomandazione del medico curante.

Terapia fisica e massaggio

La ginnastica per il paziente include una serie di esercizi speciali:

  • allungamento dei muscoli pettorali;
  • riunire le scapole;
  • eseguire movimenti di scorrimento delle mani lungo il muro;
  • flessione in avanti del corpo in posizione seduta con le gambe distese.

Gli esercizi di fisioterapia vengono mostrati al paziente per il resto della sua vita al fine di prevenire il ripetersi del dolore lombare. Tutte le azioni eseguite devono fare attenzione a non ferire la schiena.

Terapia manuale

Questo metodo di guarigione implica esercitare pressione su alcune parti della colonna vertebrale manipolando le mani. Viene praticato in presenza di tensione muscolare causata da uno sforzo fisico eccessivo. Bene allevia la fatica, allevia il dolore.

Agopuntura

Il sollievo dal disagio si verifica agendo sulla fonte del dolore attraverso punti separati del corpo umano.

Affinché il trattamento sia efficace, il corso dovrebbe consistere in 10-12 procedure. La loro condotta è indicata sia nel periodo acuto della malattia che nella fase della sua remissione..

Affinché le sessioni di trattamento abbiano un effetto positivo, tutte le manipolazioni devono essere eseguite esclusivamente da uno specialista. Le azioni non professionali possono solo aggravare la situazione.

Suggerimenti per la prevenzione

Per prevenire l'insorgenza di mal di schiena, si consiglia:

  • evitare l'ipotermia;
  • distribuire uniformemente il carico, non sovraccaricare i muscoli della schiena;
  • dare al corpo un buon riposo;
  • rafforzare regolarmente il sistema muscolo-scheletrico con ginnastica, sport;
  • condurre uno stile di vita sano, bilanciare la dieta;
  • prendersi cura dello stato interno, prevenire stress e esaurimenti nervosi.

Se un improvviso insorgenza di mal di schiena si irradia alle gambe sinistra o destra, questo è il primo segno che devi consultare un medico. Le sensazioni spiacevoli nella parte bassa della schiena non sono una patologia indipendente. Appaiono come conseguenza di un'altra malattia latente che si sviluppa in una forma latente e può infastidire una persona per diversi anni o decenni..

Per scoprire perché ciò sta accadendo, e anche per escludere la probabilità di complicazioni, è necessario sottoporsi a esami medici in modo tempestivo già ai primi sintomi allarmanti, identificare e trattare malattie accertate, seguire le raccomandazioni dei medici e non auto-medicare. In caso di ritardo, il disturbo porta a gravi conseguenze (gravi stadi di malattia, dolore acuto, impossibilità di trattamento con metodi terapeutici, sviluppo di malattie oncologiche incurabili).

Il dolore alla schiena si irradia alla gamba

Il mal di schiena è familiare a quasi tutte le persone sopra i 30 anni. Ma in età precoce non sono rari. La loro principale insidiosità sta nel fatto che la causa dell'insorgenza può essere una massa di varie malattie che differiscono non solo nelle caratteristiche della sindrome del dolore e in una serie di altri sintomi, ma anche nel trattamento.

Spesso, venendo a un appuntamento con un neurologo o un vertebrologo, i pazienti lamentano che il mal di schiena si irradia alla gamba. A volte è così forte da interferire con il normale camminare e svolgere il lavoro o le faccende domestiche. Questo può essere combinato con una sensazione di gattonare, intorpidimento alle gambe o persino crampi. Pertanto, tali pazienti richiedono una diagnosi immediata e un trattamento conservativo o chirurgico corrispondente alla malattia rilevata..

Cause del mal di schiena

Il dolore lombare che si irradia alle gambe è chiamato ischialgia lombare. La ragione principale del loro aspetto sono le peculiarità dello stile di vita moderno, poiché la maggior parte delle persone trascorre quasi intere giornate in posizione seduta. Ciò influisce negativamente sulla colonna vertebrale, poiché porta a un carico elevato e costante su di essa e al verificarsi di malattie.

Inoltre, i casi di lombalgia non sono rari (nella gente comune questa condizione è chiamata lombalgia). La lombalgia si verifica a causa di un lavoro fisico troppo duro, dopo di che si è verificato un forte raffreddamento del corpo. Il dolore alla schiena è acuto, grave e impedisce quasi a una persona di muoversi in modo indipendente. Ma se dai al corpo alcuni giorni di completo riposo, se ne va.

Ci sono molte malattie caratterizzate da mal di schiena, che alla fine può irradiarsi alle gambe. È quasi impossibile diagnosticare e differenziarli da altre patologie da soli. Solo un neurologo o vertebrologo qualificato che utilizza i risultati di MRI, TC e una serie di altri esami può fare la diagnosi corretta, che è già al 50% la chiave per un trattamento efficace.

Molto spesso, il dolore alla schiena che si irradia alle gambe è osservato nelle persone con uno stile di vita sedentario: impiegati, autisti.

Tra i motivi più comuni per cui il mal di schiena si irradia alla gamba:

  • sindromi radicolari;
  • sciatica;
  • lombaggine;
  • osteoporosi;
  • anomalie congenite della colonna vertebrale;
  • sindrome delle faccette;
  • neuropatie;
  • scoliosi;
  • infiammazione e tumori.

I dolori alla schiena e alle gambe non sono sempre associati. A volte le cause del loro verificarsi risiedono in presenza di due o più malattie completamente diverse, ad esempio protrusione e vene varicose, ecc..

Inoltre, la lumboischialgia può essere il risultato di malattie completamente estranee alla colonna vertebrale, tra cui:

  • patologie ginecologiche, inclusa la gravidanza ectopica:
  • tubercolosi;
  • malattie urologiche;
  • patologia del tratto gastrointestinale;
  • oncologia.

Il mal di schiena è comune nelle donne in gravidanza nella fase avanzata della gravidanza. Spesso vanno via da soli dopo il parto, ma a volte persistono, poiché quando si trasporta un feto, il carico sulla colonna vertebrale aumenta in modo significativo, il che può portare alla progressione di patologie esistenti o al loro inizio.

Sindromi radicolari

Questo termine indica un complesso di disturbi, nel caso in cui vi sia una violazione delle radici spinali. Questi grandi nervi hanno origine dal midollo spinale a livello di ciascuna vertebra e da esso si estendono su entrambi i lati del corpo, fornendo organi interni, muscoli, pelle del cingolo scapolare, braccia, torace, addome e gambe. Inoltre, il midollo spinale è l'antenato della cosiddetta "cauda equina", cioè un grande plesso di nervi che inizia a livello di 2-3 vertebre della colonna lombare. Sono responsabili della trasmissione degli impulsi nervosi agli organi pelvici e ad alcuni muscoli delle gambe..

Pertanto, quando viene violata l'una o l'altra struttura anatomica delle radici spinali, può verificarsi dolore alle gambe, ma solo se il nervo interessato è responsabile della loro innervazione. Pertanto, questo si osserva solo con la compressione dei nervi situati a livello delle vertebre lombosacrale L2 - L5, S1 - S3. In altri casi, il mal di schiena può essere dato alle braccia, al petto, alle spalle, al collo, ma non alle gambe.

Allo stesso tempo, in quale parte degli arti inferiori verrà dato il dolore dipende dal nervo a cui il livello della colonna vertebrale è danneggiato:

  • L4 - L5 - si avverte dolore nella parte bassa della schiena, glutei, esterno coscia, parte posteriore del piede e alluce;
  • L5 - S1 - dolori presenti nella parte bassa della schiena, glutei, parte posteriore della parte inferiore della gamba e della coscia, parte laterale del piede e della caviglia.

Le lesioni dei dischi L2 - L3 e dei nervi corrispondenti sono molto meno comuni.

I motivi principali che provocano la violazione delle radici spinali sono:

  • L'osteocondrosi è la malattia più comune della colonna vertebrale, che si verifica sia nei giovani che in quasi tutti gli anziani. È caratterizzato da una diminuzione dell'altezza del disco intervertebrale situato tra le due vertebre. Come risultato del suo assottigliamento, le vertebre si avvicinano, provocando infiammazione e dolore. Se i nervi sono colpiti, il dolore alla schiena si irradierà a una o entrambe le gambe. Ciò è possibile anche in risposta a un attacco di dolore (lombodinia), poiché provoca uno spasmo muscolare riflesso, che può portare alla compressione dei nervi da parte dei muscoli stessi.
  • Le ernie discali sono una delle complicanze dell'osteocondrosi, che molto spesso causa dolore alla schiena che si irradia alle gambe. Si formano sotto l'influenza di una seduta prolungata o di un duro lavoro fisico sulla colonna vertebrale e in particolare sui dischi intervertebrali. Gli elementi cartilaginei indeboliti dall'osteocondrosi non sono in grado di far fronte alla pressione delle vertebre e sporgono al posto del maggior assottigliamento della membrana fibrosa circostante. Molto spesso, l'ernia entra nel canale spinale, in cui passano molti nervi e, man mano che crescono, li stringe sempre di più..
  • Lesioni spinali, comprese le fratture da compressione: lo spostamento delle vertebre rispetto all'asse normale, la formazione di frammenti ossei o il loro appiattimento porta a una distribuzione errata del carico e può essere accompagnato da nervi schiacciati.

Inoltre, la sindrome radicolare può svilupparsi sullo sfondo di malattie infiammatorie che colpiscono le strutture vertebrali, inclusa la tubercolosi della colonna vertebrale.

Sciatica

La sciatica o sciatica è un complesso di sintomi, il cui verificarsi è provocato da alterazioni degenerative della colonna vertebrale, che portano alla compressione del nervo sciatico. È uno dei nervi più grandi dell'intero corpo umano. Il nervo sciatico ha origine dal plesso sacrale e scorre attraverso il gluteo e attraverso la gamba. Pertanto, la sua infiammazione o compressione può portare a sensazioni dolorose in tutta la gamba o solo in una certa parte di essa: nella coscia, nel ginocchio, nella caviglia.

Di norma, con la sciatica, il dolore è concentrato nei glutei, ma a causa della sua diffusione nella parte posteriore della coscia, è difficile per il paziente impegnarsi in lavori fisici, accovacciarsi, piegarsi o semplicemente appoggiarsi in modo affidabile sulla gamba interessata. Si osserva spesso intorpidimento della gamba, che può diffondersi per tutta la sua lunghezza fino alla punta delle dita dei piedi.

Anomalie congenite della colonna vertebrale

Questi includono lumbolization e sacralization. Nel primo caso, c'è una diminuzione del numero di vertebre lombari a causa della loro fusione con il sacro. Nella seconda, invece, ci sono più vertebre del normale..

Le anomalie congenite della colonna vertebrale, se non diagnosticate durante l'infanzia, di solito si manifestano in modo vivido all'età di 20 anni. Hanno dolori dolorosi che tendono ad intensificarsi durante l'esecuzione di un lavoro fisico, il che aumenta il carico sulle vertebre anormali.

Neuropatie

Le neuropatie sono lesioni nervose basate su processi non infiammatori. Possono essere causati da molte malattie diverse o traumi precedenti. A volte intorpidimento, formicolio alla gamba si aggiungono al dolore alla schiena e alla gamba.

Il diabete mellito, le patologie endocrine e le malattie del sangue possono essere le cause della neuropatia..

Osteoporosi

L'osteoporosi è una malattia legata all'età, ma può anche svilupparsi sotto l'influenza di fattori negativi, ad esempio una dieta monotona impropria, l'assunzione di una serie di farmaci. Con esso, la porosità delle ossa, comprese le vertebre, aumenta, a seguito della quale perdono la loro forza, diventano fragili e si rompono facilmente anche quando viene applicata una leggera forza esterna..

Quando le vertebre si "allentano" possono incurvarsi, il che porta alla progressione di altre malattie. La deviazione dall'asse normale della colonna vertebrale porta a disturbi circolatori e lesioni ai nervi.

Scoliosi

La deformazione della colonna vertebrale non può che influire sulle condizioni generali del corpo. Poiché è curvo nel piano laterale, tutte le strutture anatomiche che lo circondano soffrono, compresi i vasi sanguigni e i nervi. Questo porta all'insorgenza del dolore e alla loro radiazione alle gambe..

Sindrome delle faccette

La sindrome delle faccette ha manifestazioni simili con violazione delle radici spinali, ma il suo sviluppo si basa su cambiamenti patologici nella faccetta o nelle articolazioni intervertebrali. L'inizio del dolore provoca spasmi muscolari, che porta a un intrappolamento dei nervi ancora maggiore. Si forma così un circolo vizioso difficile da spezzare..

Con la sindrome delle faccette, quasi tutti i muscoli possono spasmi. Sentendoli, puoi trovare foche dolorose. In questo caso, i dolori spesso non sono acuti, ma di natura dolorosa. La loro intensità può variare da un lieve disagio a una sindrome del dolore abbastanza pronunciata. Ma con la sindrome delle faccette, la mobilità e la sensibilità non sono influenzate..

Processi infiammatori e tumori

L'ipotermia è una delle cause del mal di schiena che si irradia alle gambe. Di conseguenza, si sviluppa un processo infiammatorio, che può essere rapidamente interrotto con un trattamento adeguato..

Ma anche il dolore alla schiena e alle gambe può indicare la formazione di tumori, sia benigni che maligni. Possono formarsi in diverse parti della colonna vertebrale, ma le formazioni maligne del midollo spinale e gli emangiomi benigni (tumori vascolari) sono più spesso diagnosticati.

Poiché, man mano che la neoplasia cresce, comprime i nervi ei vasi sanguigni, si verifica dolore e la circolazione sanguigna peggiora. In tali situazioni, il trattamento è principalmente chirurgico.

Sintomi che possono accompagnare il mal di schiena

La lumboischialgia di solito si verifica dopo uno sforzo fisico intenso o ipotermia. Appare all'improvviso su uno o entrambi i lati del corpo e quando si diffonde alla gamba o ad entrambe le estremità inferiori, porta a notevoli difficoltà di movimento. Il paziente trova difficile o impossibile alzarsi e raddrizzare la gamba. Allo stesso tempo, spesso assume una posizione del corpo forzata con la gamba leggermente piegata e messa da parte o in avanti, e inclina il corpo in avanti per mantenere l'equilibrio.

Spesso, il dolore alla schiena che si irradia alla gamba non è l'unico sintomo di una malattia in via di sviluppo. Inoltre possono essere presenti:

  • intorpidimento della gamba;
  • pelle pallida della gamba;
  • febbre, brividi;
  • atrofia muscolare.

Il dolore stesso può anche essere di natura diversa. Può tirare, dolere o bruciare e tende ad aumentare con lo sforzo, emanando con intensità variabile alle articolazioni della coscia, del ginocchio o della caviglia. Le sue caratteristiche ci consentono di ipotizzare provvisoriamente cosa abbia causato esattamente l'insorgenza della lumboishalgia.

La presenza di dolore alla gamba sinistra indica la presenza di alterazioni patologiche nella metà sinistra del corpo e se la gamba destra fa male, molto probabilmente si trovano a destra.

Quindi, gli spasmi dolorosi nella regione lombare, che portano a una mobilità limitata in essa, indicano spesso la natura muscolo-tonica della malattia. Questi possono essere disturbi in cui i cambiamenti risultanti provocano spasmi muscolari. Gli impulsi del dolore possono essere trasmessi dai recettori dell'anello fibroso del disco intervertebrale, capsule articolari, strutture dell'apparato muscolo-legamentoso.

Se il dolore è bruciante, porta a intorpidimento della gamba e soprattutto del piede, si osserva pallore della pelle, febbre o brividi, prima di tutto, le ragioni del suo aspetto vanno ricercate nei disturbi di natura vegetativa-vascolare.

Il dolore acuto, che spesso peggiora di notte e combinato con l'assottigliamento della pelle, nella maggior parte dei casi diventa una conseguenza dei cambiamenti neurodistrofici, cioè la degenerazione o la morte delle cellule nervose. Ciò può essere dovuto alla periartrosi delle articolazioni dell'anca e del ginocchio..

Diagnostica

Sebbene un neurologo esperto, per la natura del quadro clinico, possa presumere cosa ha causato il dolore, è possibile determinare con precisione la malattia solo con l'aiuto di metodi diagnostici strumentali, che spesso completano gli studi di laboratorio per completezza. Pertanto, i pazienti con dolore alla schiena e alle gambe vengono sottoposti a una serie di studi, il cui elenco è determinato dal medico:

  • Raggi X, risonanza magnetica e TC della colonna vertebrale;
  • Ultrasuoni degli organi addominali, dei reni, della piccola pelvi;
  • elettromiografia;
  • UAC, OAM;
  • esame del liquido cerebrospinale.

Sulla base dei risultati dell'esame, il neurologo può fare una diagnosi accurata indicando la posizione della patologia della colonna vertebrale, valutare la gravità della malattia, o indirizzare il paziente ad un altro specialista se le cause del dolore risiedono in patologie ginecologiche, oncologiche o di altro tipo non correlate ai nervi e alla colonna vertebrale..

Pronto soccorso per un attacco

Gli attacchi si verificano sempre all'improvviso ed è difficile essere preparati. Ma i pazienti con tali condizioni dovrebbero conoscere le regole del primo soccorso. Per ridurre la gravità del dolore, si consiglia:

  • prendere un anestetico dal gruppo FANS;
  • assumere una posizione comoda su un lato sano in posizione fetale per dolore unilaterale o sulla schiena con dolore bilaterale (preferibilmente sdraiarsi su una superficie dura, come il pavimento);
  • applicare calore secco all'area di maggiore focalizzazione del dolore;
  • mantenere il riposo completo e rinunciare all'attività fisica.

Trattamento

La natura della terapia viene sviluppata individualmente, a seconda del tipo di disturbi rilevati. Tuttavia, ci sono caratteristiche comuni nel regime di trattamento per quasi tutte le malattie della colonna vertebrale, in cui il mal di schiena si irradia alla gamba. Esso:

  • trattamento a lungo termine con farmaci del gruppo FANS (hanno effetti antinfiammatori e analgesici);
  • assumere antispastici per eliminare gli spasmi, che spesso sono una reazione riflessa del corpo al dolore;
  • applicazioni alle zone colpite con farmaci antinfiammatori;
  • assunzione di vitamine del gruppo B (influisce positivamente sulla condizione dei nervi e sulla qualità della trasmissione degli impulsi nervosi);
  • l'uso di farmaci che migliorano la microcircolazione sanguigna;
  • conduzione di terapia manuale, fisioterapia, terapia fisica;
  • correzione nutrizionale;
  • evitando scarpe scomode, compresi i tacchi alti.

Inoltre, ai pazienti viene necessariamente prescritto un trattamento specifico volto ad eliminare le cause della lumboischialgia. Spesso è conservativo, ma a volte una soluzione efficace al problema è possibile solo attraverso la chirurgia.

Il trattamento conservativo di quasi tutte le malattie della colonna vertebrale prevede una terapia fisica quotidiana. Ma la sua natura dipende direttamente dal tipo di patologia esistente..

Sono stati sviluppati interi set di esercizi per ogni singola malattia. La loro implementazione consente di eliminare rapidamente il dolore, migliorare la circolazione sanguigna e aumentare il tono muscolare, il che è spesso sufficiente per normalizzare completamente la condizione..

Oltre al fatto che il programma di formazione è sviluppato separatamente per ciascun paziente, è adattato in base al livello di sviluppo fisico del paziente e alla presenza di malattie concomitanti. Pertanto, è estremamente difficile trovare da soli il giusto set di esercizi e adattarlo a te stesso. Tali tentativi possono portare ad un aggravamento della situazione o addirittura allo sviluppo di complicazioni..

Pertanto, quando il dolore alla schiena si irradia alla gamba dopo aver subito il corso principale del trattamento, è necessario contattare un riabilitologo. Lo specialista svilupperà un programma di allenamento individuale in accordo con la diagnosi e le caratteristiche personali del paziente, oltre a insegnargli la tecnica corretta per eseguire ogni esercizio.

A poco a poco, la complessità degli esercizi e il carico vengono aumentati fino a raggiungere il valore ottimale. Il momento giusto per questo è determinato dal medico. Gli esercizi di fisioterapia vengono eseguiti quotidianamente in un ambiente confortevole, evitando movimenti bruschi e sovratensioni.

Terapia manuale

La terapia manuale gioca un ruolo importante nel trattamento di un gran numero di malattie della colonna vertebrale. L'esposizione competente della mano ai tessuti molli e alla colonna vertebrale consente di rilasciare i nervi schiacciati, ripristinare la normale posizione delle vertebre, migliorare la circolazione sanguigna e quindi ridurre la gravità del dolore.

Ma le sessioni di terapia manuale possono essere eseguite solo al di fuori del periodo di esacerbazione della malattia. Allo stesso tempo, vale la pena assumere l'atteggiamento più responsabile nei confronti della scelta di uno specialista, poiché la selezione sbagliata dei metodi e la forza di influenza non solo non possono portare benefici, ma anche causare danni significativi alla salute, provocando lo sviluppo di complicazioni.

Chirurgia

Con molte malattie della colonna vertebrale, soprattutto nei casi avanzati, l'unico modo per sbarazzarsi della sindrome del dolore è la chirurgia. La moderna chirurgia spinale ha raggiunto un tale livello di sviluppo che consente di ridurre al minimo i rischi intra e postoperatori.

Esistono tecniche che consentono di eliminare patologie anche gravi solo attraverso una puntura dei tessuti molli. Di conseguenza, sul corpo non rimangono cicatrici chirurgiche visibili e l'effetto ottenuto è paragonabile al risultato della chirurgia aperta..

Per il mal di schiena che si irradia agli arti inferiori, la chirurgia è indicata per:

  • ernie intervertebrali;
  • sindrome della cauda equina, sciatica;
  • osteoporosi e lesioni spinali.

In ogni caso, l'intervento chirurgico può essere eseguito in modi diversi. Quindi, con un'ernia intervertebrale, la sua scelta si basa sulla dimensione della protrusione e sulla sua posizione.

Se l'ernia è piccola, è possibile ridurne le dimensioni ed eliminare la sindrome del dolore attraverso la nucleoplastica. La sua essenza sta nella distruzione di una parte del nucleo polposo del disco, spesso in anestesia locale con plasma freddo, onde radio o laser, che porta alla retrazione inversa dell'ernia e al rilascio delle radici spinali compresse dalla sua oppressione. Per analogia, è possibile eseguire idroplastiche, ma la distruzione di una parte del nucleo viene effettuata attraverso la pressione del liquido.

Nei casi più difficili, se è impossibile eseguire la nucleoplastica o l'idroplastica, la microdiscectomia viene utilizzata per rimuovere un'ernia intervertebrale. L'operazione viene eseguita in anestesia generale attraverso un'incisione fino a 3 cm di dimensione utilizzando appositi strumenti microchirurgici.

Per l'osteoporosi, vengono eseguite fratture da compressione della colonna vertebrale, vertebroplastica o cifoplastica. Vengono eseguiti utilizzando tecniche simili. L'essenza di entrambe le operazioni è l'introduzione di uno speciale cemento a base di polimetilmetacrilato nella vertebra distrutta, che riempie le più piccole depressioni. Ma nel caso della cifoplastica, un palloncino viene inizialmente inserito nella vertebra distrutta, che viene gonfiata, ripristinando la sua forma iniziale. Con l'aiuto della vertebroplastica è possibile solo prevenire un'ulteriore distruzione della vertebra, come nel caso dell'osteoporosi. Pertanto, la cifoplastica ha più vantaggi e più ampie indicazioni per.

Pertanto, il mal di schiena che si irradia alla gamba è un sintomo abbastanza comune che può indicare molte varie malattie della colonna vertebrale, dei reni, del tratto digerente e degli organi pelvici. Pertanto, per combatterlo efficacemente è necessaria la consultazione di un medico esperto che possa diagnosticare correttamente la causa del disturbo e scegliere la tattica ottimale di trattamento conservativo o indirizzare il paziente a un neurochirurgo.

Top