Categoria

Messaggi Popolari

1 Massaggio
Ginnastica per le articolazioni delle braccia, delle gambe e della colonna vertebrale: l'effetto dell'esecuzione, dei complessi e dei consigli
2 Gotta
Acuto dolore alla schiena
3 Ginocchia
Unguenti per borsite
Image
Principale // Riabilitazione

Frattura dell'anca: sintomi negli anziani


Questioni trattate nel materiale:

  • Perché una frattura dell'anca è pericolosa negli anziani?
  • Quali sintomi indicano la presenza di una frattura dell'anca negli anziani
  • Quali sono i principi di base della diagnosi e del trattamento della frattura dell'anca negli anziani

Una frattura dell'anca in età avanzata spesso porta alla disabilità. Di norma, i sintomi di questa condizione non sono pronunciati, non esiste una sindrome da dolore grave, motivo per cui una persona di età avanzata si rivolge all'ospedale per chiedere aiuto solo quando il tempo è perso. Di conseguenza, il rischio di complicanze aumenta in modo significativo. L'articolo si concentrerà su come diagnosticare i sintomi di una frattura dell'anca negli anziani..

I migliori prezzi per i servizi di assistenza agli anziani a Mosca e nella regione!

10 giorni gratis!

Casa di cura nel microdistretto Levoberezhny

10 giorni gratis!

Casa di cura nel quartiere di Terekhovo

10 giorni gratis!

Casa di cura a Levoberezhny

10 giorni gratis!

Casa di cura a Khimki

Perché una frattura dell'anca è pericolosa negli anziani?

L'articolazione dell'anca, che collega l'anca e le ossa pelviche, è considerata una delle articolazioni più grandi del corpo umano. Il collo ha un diametro piccolo, si trova ad angolo e si trova tra la testa e il corpo del femore. Questo punto è l'area più fragile dell'intera coscia. Allo stesso tempo, l'articolazione dell'anca consente a una persona di muoversi, camminare, saltare, eseguire vari esercizi fisici.

Un tale infortunio, a differenza di molti altri, dura a lungo. La fusione delle ossa avviene dopo un periodo di tempo molto lungo o non si verifica affatto a causa del fatto che la testa e il collo del femore non ricevono l'apporto di sangue necessario. Le complicazioni sono spesso dovute al fatto che il paziente non fa alcun movimento, poiché deve rimanere immobile per molto tempo. Secondo le statistiche, molto spesso una frattura dell'anca si verifica nelle donne di età superiore ai 65 anni.

Se una frattura dell'osso dell'anca si verifica in età avanzata, sarà di natura patologica e ciò è dovuto a cambiamenti strutturali nel corpo di una persona di età avanzata. Con l'età, il contenuto di calcio nelle placche ossee diminuisce, così come le sostanze organiche, che fungono da materiale da costruzione per le ossa..

All'età di 40-45 anni, il rinnovamento dei tessuti scheletrici procede con minore intensità rispetto agli anni più giovani. La formazione di elementi strutturali delle ossa (osteoni) diminuisce, il che porta ad un'accelerazione dei processi degenerativi. Per questo motivo, le ossa diventano eccessivamente fragili. Nella maggior parte dei casi, la manifestazione dei segni di una frattura del collo del femore non è evidente. Le persone anziane cercano aiuto in ritardo e questo, a sua volta, influisce negativamente sulla posizione dei frammenti ossei. Il rischio di complicanze aumenta notevolmente.

Consigliato

Le principali cause di lesioni includono:

  • cadere di lato;
  • strisciare;
  • una brusca svolta mentre si è sdraiati a letto o seduti su una sedia, poltrona.

Più raramente, le persone si rompono le cosce in un incidente o cadono da un'altezza. Inoltre, il collo della coscia può essere danneggiato se una persona ha subito un infortunio industriale o sportivo..

Ci sono alcuni fattori che contribuiscono a una frattura dell'anca nelle persone anziane:

  • lo sviluppo di patologie croniche delle ossa e delle articolazioni (ad esempio, in malattie come l'osteocondrosi, l'artrosi, l'osteoporosi);
  • malattia mentale;
  • neoplasie maligne;
  • problema di eccesso di peso;
  • Il morbo di Alzheimer;
  • patologia del sistema endocrino;
  • problemi di vista.

I migliori prezzi per i servizi di assistenza agli anziani a Mosca e nella regione!

Casa di cura nel microdistretto Levoberezhny

Casa di cura nel quartiere di Terekhovo

Casa di cura a Khimki

Parlando della classificazione delle lesioni, va detto che le fratture dell'anca si dividono in aperte e chiuse. I primi si trovano nel 15% dei casi, i secondi nell'85%, cioè sono i più comuni. Se la frattura è chiusa, la pelle rimane intatta.

Pertanto, le lesioni sono:

  • Basiscervicale. La frattura si verifica alla base del collo osseo.
  • Transcervicale. La parte interessata in questo caso sarà la metà del collo del femore..
  • Sottocapitale. Il difetto è vicino alla base della testa ossea.

Dal punto di vista del luogo in cui si è verificata la frattura dell'anca, si dividono in:

  • mediale (medio);
  • laterale (trocantere, situato nella parte laterale).

Non solo la linea di frattura, ma anche l'angolo di inclinazione merita la dovuta attenzione quando si diagnostica una lesione. Sulla base di questo, sono suddivisi in:

  • Varusny con un angolo di inclinazione di 30 gradi.
  • Impattato. È caratterizzato dall'assenza di qualsiasi deviazione dell'osso.
  • Alluce valgo con un angolo di inclinazione superiore a 50 gradi.
Consigliato

Sintomi di una frattura dell'anca negli anziani

La manifestazione di una tale lesione nelle persone anziane può essere accompagnata da vari sintomi. L'espressione dei sintomi clinici è determinata dal tipo e dall'entità delle lesioni ossee, a seconda che vi siano ulteriori danni ai tessuti molli o sanguinamento. Molto spesso, un paziente che ha ricevuto una lesione simile avverte un dolore da lieve a moderato, ma diventa grave se una persona tenta di muoversi per cambiare la posizione del corpo. Essendo a riposo, il paziente non avverte disagio.

Spesso i pazienti dicono che il dolore è concentrato nell'area dell'articolazione femorale o dell'inguine. Quando una persona anziana che ha ricevuto questa lesione smette di muoversi, il disagio scompare. Fa male se inizia a muovere la gamba, la zona del tallone viene premuta o picchiettata sull'area ferita. Ci sono altri sintomi che indicano una frattura dell'anca in età avanzata:

  • la posizione del piede cambia mentre la persona è in posizione supina. Il piede è rivolto verso l'esterno, mentre il suo bordo esterno è in battuta contro la superficie sottostante;
  • le pieghe dell'inguine non sono simmetriche troppo evidenti sul lato ferito, sono più alte;
  • una persona ferita sviluppa la cosiddetta sindrome del "tallone bloccato", quando non è in grado di sollevare la gamba.

In alcuni casi, il paziente può avvertire uno scricchiolio osseo, ma questo sintomo è piuttosto un'eccezione. L'assenza di un tale segno non ci consente di affermare che non vi sia frattura dell'anca.

1. Frattura con spostamento.

In una frattura dell'anca scomposta, il grado di taglio dei detriti determina la lunghezza e la complessità del periodo di recupero. Se i segni sono stati identificati correttamente, l'anziano colpito riceverà pronta assistenza, questo accelera la probabilità di una corretta fusione ossea. Dopo alcuni giorni, inizia a formarsi un livido nella zona inguinale. Esternamente, assomiglia a un enorme livido gonfio, che assomiglia a questo, perché si è verificato un danno vascolare e la manifestazione di sanguinamento sottocutaneo non si verifica immediatamente. L'influenza dei prodotti di decomposizione del sangue che ha lasciato l'ematoma porta ad un aumento della temperatura corporea per un tempo abbastanza lungo. Oltre al dolore, la lesione ossea è accompagnata dai seguenti sintomi:

Consigliato

2. Con il tipo valgo.

Questo tipo di lesione suggerisce che la testa del femore sia spostata verso l'alto verso l'esterno. I sintomi di una frattura dell'anca nelle persone anziane includono:

  • la persona non può muovere la gamba ferita;
  • c'è dolore nella zona inguinale;
  • se una persona è in posizione orizzontale, l'arto ferito è rivolto verso l'esterno;
  • la vittima non può riportare autonomamente la gamba nella sua posizione abituale;
  • se premi il tallone della gamba ferita, il dolore si intensificherà;
  • pochi giorni dopo l'infortunio, appare un ematoma sottocutaneo.

3. Con il tipo varo.

Se parliamo di una frattura del collo del femore di tipo varo, allora si distingue per un accorciamento appena visibile della gamba ferita. Può essere più corto di quello sano di una quantità da pochi millimetri a 4 centimetri. Questo perché i detriti ossei vengono spostati. Questo tipo di lesione presenta i seguenti sintomi:

  • durante il movimento, si verifica un forte dolore nell'articolazione ferita;
  • si nota la rotazione esterna, espressa nella rotazione del piede con una posizione orizzontale della persona;
  • il paziente non è in grado di muovere il piede della gamba ferita;
  • alla palpazione si verifica uno scricchiolio localizzato nel sito della frattura.

4. Con una frattura perforata.

Questo danno è accompagnato dal fatto che un pezzo di osso viene martellato in un altro. Questa è una variante dell'alluce valgo. L'assenza di sintomi pronunciati in questo caso non è esclusa. La persona non nota un dolore evidente; può facilmente muovere, piegare e distendere la gamba. Si scopre che la funzione dell'arto è completamente preservata. Molto spesso, c'è un dolore moderato nella zona inguinale, ma la persona anziana potrebbe non prestarvi attenzione. Una tale frattura si manifesta solo con questo sintomo. Dopo un po ', la ferita "si divide". Di conseguenza, i detriti precedentemente conficcati fuoriescono dal secondo, che è accompagnato da sintomi come:

  • forte dolore nella zona inguinale;
  • gonfiore evidente;
  • pelle blu nell'articolazione dell'anca;
  • la pelle del piede perde sensibilità;
  • il paziente non può muovere l'arto.

Affinché il quadro clinico diventi più chiaro, è necessario che passino diverse ore e in alcuni casi anche giorni. Tutto dipende dalla forza del carico sulla gamba. Se parliamo di una frattura verticale martellata, nella maggior parte dei casi risulta essere scollegata. Per quanto riguarda l'orizzontale, il suo passaggio a una fase simile si verifica solo in rari casi..

Una frattura laterale a martello del collo femorale è accompagnata dalla conservazione del flusso sanguigno. Grazie a ciò, l'osso può guarire correttamente, il che non si può dire del danno mediale..

Consigliato

Come distinguere una frattura dell'anca da livido e lussazione

Solo studi di diagnostica hardware consentiranno di capire se si tratta di una frattura dell'anca o solo di un livido. Allo stesso tempo, ci sono alcuni segni che aiutano a stabilire quale tipo di danno è stato ricevuto. Ci sono momenti in cui, a seguito di una caduta, una persona anziana riesce a scendere solo con un livido del collo del femore ed evitare una frattura. Il livido si distingue per i suoi sintomi:

  • non è mai accompagnato da accorciamento dell'arto;
  • non esiste la sindrome del "tallone bloccato";
  • nessun dolore alla palpazione dell'osso.

Solo la radiografia e la TC della coscia possono fare una diagnosi accurata.

Ci sono una serie di differenze nei sintomi della frattura rispetto alla lussazione e alla frattura del collo dell'anca nelle persone anziane. La prima cosa è il dolore. Se si verifica una lussazione, il dolore si manifesta al momento dell'infortunio, aumenta non appena la persona anziana tenta di fare qualsiasi movimento. Con una pausa, l'apparenza del dolore non è un prerequisito, si manifesta solo dopo un po ', cresce intensamente, rivelandosi insopportabile nel momento in cui una persona vuole fare un movimento con un arto ferito. Inoltre, la dislocazione è sempre accompagnata da una deformazione articolare, che non si verifica con una frattura. Se la gamba è lussata, non c'è mobilità patologica al di fuori dell'articolazione e non c'è nemmeno crepitio di frammenti ossei.

Diagnosi e trattamento della frattura dell'anca negli anziani

Per confermare i sintomi visivi e dolorosi di una frattura dell'anca, è necessario:

  • fissare la gamba del paziente con una stecca, catturando le articolazioni dell'anca e del ginocchio;
  • se non ci sono pneumatici, è necessario mettere a letto la vittima e mettere un cuscino e rotoli di asciugamani ai lati della gamba dolorante;
  • se il dolore è grave, è necessario prendere una pillola anestetica;
  • chiamare i medici, trasportare la vittima al pronto soccorso.

Il traumatologo eseguirà le seguenti misure diagnostiche:

  • Intervistare il paziente oi suoi parenti sulle circostanze del trauma.
  • Ispezione visuale. Si presume che il medico identificherà una serie di segni clinici, comprese sensazioni dolorose al momento della palpazione, identificazione della sindrome del "tallone appiccicoso", rotazione del piede, accorciamento dell'arto, comparsa di un ematoma nel sito della frattura.
  • Raggi X. I raggi X sono generalmente prescritti in due proiezioni. Mostra come i frammenti vengono spostati e se ci sono frammenti. A volte l'esame può non mostrare segni di frattura.
  • Tomografia computerizzata (TC). Il costo di questa procedura è piuttosto elevato, ma è necessario se la lesione non può essere confermata dopo i raggi X e sono presenti segni clinici. La TC consente di vedere se c'è una crepa nell'osso o una frattura che non è accompagnata da spostamento.

Il risultato dello studio aiuterà a determinare il corso del trattamento. Il medico, confrontando la gravità della lesione, il tipo di frattura, frattura dell'anca e sintomi nell'anziano, prescriverà un trattamento, che può essere sia conservativo che chirurgico.

  • Operazione.

Molto spesso, per curare un tale infortunio, i medici usano un metodo chirurgico. Con esso, vengono confrontati i frammenti ossei e viene eseguita la loro riduzione. Quindi, sono tenuti insieme da piastre metalliche in cui vengono avvitate le viti. A volte è necessario sostituire la testa del femore e il suo collo con il metodo dell'endoprotesi.

  • Trattamento conservativo.

Si consiglia di prescrivere una terapia conservativa nei casi in cui il paziente, oltre a questa lesione, abbia altra patologia concomitante che esclude la possibilità di un'operazione. In questo caso, l'intonaco viene applicato per 3 o più mesi. Inoltre, a seconda delle indicazioni, è possibile prescrivere trazione e farmaci. Se segui tutte le istruzioni, il recupero avviene dopo 7 mesi.

Consigliato

L'assistenza regolare a un paziente anziano con una frattura dell'anca include:

  • svolgere attività che escludono la probabilità di formazione di piaghe da decubito. A tal fine, il paziente deve essere regolarmente rivoltato e lavato;
  • massaggio;
  • ginnastica come prescritto da un medico;
  • assumere farmaci prescritti che fluidificano il sangue ed escludono il rischio di sviluppare tromboembolia venosa;
  • prendendo integratori alimentari che aiutano ad aumentare la densità ossea.

Con un tale infortunio, è importante che la persona anziana riceva supporto psicologico e si senta curata. Una tale partecipazione dei propri cari aiuterà il paziente a riprendersi più velocemente. È anche importante considerare il trattamento dell'osteoporosi per evitare fratture simili in futuro..

Puoi saperne di più su come superare il "punto di svolta" al link: https://youtu.be/50Vwf3clmyY

Case per anziani nella regione di Mosca

La rete di pensioni per anziani offre case di cura, che sono tra le migliori in termini di comfort, intimità e si trovano nei luoghi più belli della regione di Mosca.

Siamo pronti ad offrire:

  • Comode case di cura per anziani a Mosca e nella regione di Mosca. Offriremo tutte le opzioni possibili per collocare una persona cara.
  • Ampia base di personale qualificato per l'assistenza agli anziani.
  • Assistenza 24 ore su 24 per gli anziani da parte di infermieri professionisti (tutto il personale è cittadino della Federazione Russa).
  • Se stai cercando un lavoro, offriamo posti vacanti per infermieristica.
  • Sistemazione da 1-2-3 posti letto in pensioni per anziani (letti comodi specializzati per costretti a letto).
  • 5 pasti al giorno pieni e dietetici.
  • Tempo libero quotidiano: giochi, libri, visione di film, passeggiate all'aria aperta.
  • Lavoro individuale degli psicologi: arteterapia, lezioni di musica, modellismo.
  • Esame settimanale da parte di medici specializzati.
  • Condizioni confortevoli e sicure: confortevoli case di campagna, splendida natura, aria pulita.

In qualsiasi momento del giorno e della notte, gli anziani verranno sempre in soccorso, qualunque sia il problema che li preoccupa. Tutti i parenti e gli amici sono in questa casa. Qui regna un'atmosfera di amore e amicizia.

Puoi ricevere consigli sull'ammissione alla pensione telefonicamente:

Frattura del collo del femore negli anziani

Una frattura dell'anca è una lesione grave comune che si verifica in età avanzata. Può causare una serie di complicazioni pericolose, esacerbazione di malattie croniche. La frattura transtrocanterica del collo del femore in età avanzata è talvolta fatale. Una frattura perforata del collo del femore nelle persone anziane viola l'integrità della parte più fragile del femore. La causa della lesione è una lesione minore che si è verificata sullo sfondo dell'osteoporosi e di altre malattie, accompagnata da una diminuzione della forza ossea.

La riabilitazione dei pazienti con l'aiuto di metodi innovativi di terapia riparativa viene eseguita da specialisti dell'ospedale Yusupov. La clinica di riabilitazione è dotata di dispositivi moderni. I terapisti della riabilitazione hanno un approccio individuale alla scelta di una serie di esercizi di terapia fisica, procedure di fisioterapia e utilizzano vari tipi di massaggio. Con l'aiuto di farmaci efficaci con uno spettro minimo di effetti collaterali, riducono la gravità della sindrome del dolore, migliorano la struttura del tessuto osseo. Il personale medico fornisce assistenza professionale agli anziani con frattura dell'anca.

Caratteristiche di una frattura dell'anca negli anziani

La frattura del collo del femore è una lesione che si verifica principalmente nella vecchiaia e nella vecchiaia. Una caratteristica distintiva del danno è l'assenza di adesione, che è causata da un insufficiente afflusso di sangue al collo e alla testa del femore, e un'alta probabilità di sviluppare varie complicanze associate all'immobilità forzata di un paziente anziano, che spesso soffre di gravi malattie somatiche. La frattura del collo del femore soffre 4 volte più spesso degli uomini, a causa di una maggiore tendenza a sviluppare l'osteoporosi nelle donne in postmenopausa.

La scarsità di manifestazioni cliniche, la sindrome del dolore inespresso determinano l'appello tardivo di alcuni pazienti per l'assistenza medica. Alcuni pazienti sospettano di avere artrosi dell'articolazione dell'anca, contusione o osteocondrosi con intrappolamento del nervo. Sono autotrattati senza successo per le malattie elencate. In assenza di un aiuto qualificato, i frammenti possono essere spostati, il che porta a gravi conseguenze di una frattura dell'anca in età avanzata e peggiora le condizioni generali del paziente. In questo caso, il ripristino della funzione motoria diventa quasi impossibile..

Cause di una frattura dell'anca negli anziani

Nella maggior parte dei casi, una frattura dell'anca negli anziani si verifica quando cade di lato. Meno comunemente, un colpo all'area articolare diventa la causa della lesione. Nei pazienti con osteoporosi grave, una svolta scomoda a letto può essere sufficiente per provocare una frattura..

I fattori presunti che aumentano la probabilità di lesioni all'anca includono:

  • femmina;
  • età superiore a 55 anni;
  • sovrappeso;
  • osteoporosi;
  • stile di vita sedentario;
  • fumare;
  • abuso di alcool;
  • iperplasia della prostata (adenoma) negli uomini e menopausa nelle donne.

Le possibilità di ottenere una frattura dell'anca sono maggiori nelle persone che soffrono di malattie croniche che limitano la mobilità degli arti inferiori e della colonna vertebrale:

  • artrosi dell'articolazione del ginocchio;
  • artrosi della caviglia;
  • osteocondrosi;
  • spondiloartrosi;
  • ernia del disco;
  • spondilolistesi.

Un altro fattore di rischio sono le malattie che sono accompagnate da una ridotta funzionalità degli organi interni e delle ghiandole endocrine: cirrosi epatica, diabete mellito, pielonefrite e glomerulonefrite con lo sviluppo di insufficienza renale.

Sintomi di una frattura dell'anca

Nelle persone anziane, c'è un dolore moderato dopo un infortunio localizzato nell'articolazione dell'anca o nell'inguine. Quando provi a muoverti e battere sul tallone dell'arto ferito, il dolore aumenta. La palpazione dell'area danneggiata provoca dolore. Nella posizione “sdraiato sulla schiena” si determina un leggero accorciamento dell'arto. Quando si confrontano le gambe distese liberamente, si può vedere che l'arto malato è più corto di quello sano di 2-4 cm.

Il piede è rivolto verso l'esterno e poggia sul letto con il suo bordo esterno. La piega inguinale sul lato della lesione è leggermente più alta rispetto all'arto sano. Un segno caratteristico di una frattura dell'anca è un sintomo di un "tallone bloccato": quando si sposta in posizione prona, il paziente non può "sollevare" indipendentemente il tallone dalla superficie.

Lo scricchiolio delle ossa può essere sentito durante il movimento. Una frattura dell'anca viene diagnosticata con una radiografia dell'articolazione dell'anca. Le radiografie consentono di stabilire il livello della frattura, la presenza e la natura dello spostamento. Se necessario, viene eseguita un'ulteriore tomografia computerizzata dell'articolazione dell'anca.

Trattamento e prevenzione delle fratture dell'anca

Nelle persone anziane, come nei pazienti giovani, le fratture dell'anca spesso non guariscono a causa dello scarso afflusso di sangue al frammento centrale. Con l'età, un vaso sufficientemente grande situato nel legamento tra la testa del femore e il collo dell'acetabolo cessa di funzionare. Tali fratture, anche con un adeguato trattamento conservativo, non guariscono. L'unico modo per garantire una fusione completa dei frammenti in caso di frattura dell'anca in età avanzata è l'intervento chirurgico.

Per le fratture dell'anca, vengono utilizzati 3 tipi di interventi chirurgici:

  • osteosintesi del collo del femore con viti, una placca, un chiodo a tre lame e altre strutture metalliche, che vengono utilizzate nel trattamento di pazienti attivi sotto i 65 anni di età;
  • installazione di un'endoprotesi bipolare utilizzata per fratture in pazienti attivi di età compresa tra 65 e 75 anni;
  • installazione di una protesi unipolare in cemento, che viene utilizzata nel trattamento di pazienti con attività limitata di età superiore a 75 anni.

I traumatologi scelgono l'opzione di trattamento individualmente, in base alle condizioni del paziente. Se l'operazione è controindicata per il paziente, ma è sufficientemente attivo e conservato, viene applicata la trazione scheletrica per la tuberosità della tibia. Dopo la formazione di un callo del tessuto connettivo, la trazione viene rimossa e il paziente viene inviato per cure ambulatoriali di follow-up.

Molti pazienti, in particolare i pazienti anziani, sono troppo deboli per tollerare la trazione scheletrica. In tali situazioni, viene applicato uno stivale di derotazione: una stecca di gesso leggera con un bastoncino trasversale, che esclude i movimenti di rotazione dell'arto inferiore. Tale immobilizzazione fornisce buone condizioni per la formazione di calli del tessuto connettivo, facilita la cura e consente al paziente di essere sufficientemente attivo. Dopo aver applicato lo stivale, il paziente viene dimesso per cure ambulatoriali. La prevenzione della frattura dell'anca in età avanzata consiste in movimenti attenti, prevenzione di cadute e urti, una dieta ricca di calcio e il trattamento dell'osteoporosi.

Prendersi cura degli anziani con frattura dell'anca

Nell'ospedale Yusupov, i pazienti dopo una frattura dell'anca vengono posti su un letto funzionale con un materasso antidecubito. Il personale medico fornisce assistenza professionale, il cui scopo è prevenire complicazioni pericolose: costipazione, piaghe da decubito, polmonite, tromboflebite.

La conseguenza più comune di una frattura dell'anca sono le piaghe da decubito, ferite che si formano nei punti in cui il corpo del paziente è a stretto contatto con il letto (sull'osso sacro, sui glutei e sui talloni). Per la prevenzione delle piaghe da decubito, gli istruttori di terapia fisica attivano precocemente il paziente: si siedono a letto, insegnano loro a girarsi leggermente, "scaricando" l'una o l'altra natica. La pelle dei talloni, della schiena e dei glutei viene pulita con canfora o alcol salicilico due volte al giorno. Le infermiere più giovani si assicurano che non ci siano briciole e rughe sul letto. In alcuni casi vengono utilizzati cerchi antidecubito..

La prevenzione della polmonite include:

  • attivazione precoce del paziente;
  • ventilazione regolare della stanza;
  • esercizi di respirazione (ai pazienti viene offerto di gonfiare giocattoli per bambini o palline di gomma).

Per prevenire la stitichezza, il paziente viene nutrito in modo frazionario, ogni 2-3 ore, in piccole porzioni, senza abusare di cibi fritti e grassi. La dieta include una quantità sufficiente di liquidi, compresi succhi di frutta e verdura, prodotti a base di latte fermentato. Se necessario, usa dei lassativi.

Per prevenire lo sviluppo di tromboflebite, vengono prese le seguenti misure:

  • bendaggio elastico degli arti inferiori;
  • massaggio ai piedi morbidi (accarezzando gli arti inferiori dal basso verso l'alto);
  • assicurarsi che il paziente effettui regolarmente movimenti alle articolazioni della caviglia;
  • le gambe sono periodicamente date una posizione elevata.

Eseguendo la prevenzione delle complicanze, non dimenticare la prevenzione dello sviluppo della sindrome astenica, che si verifica a causa dell'immobilità prolungata. Le migliori misure preventive in questo caso sono l'attività fisica precoce e una serie di esercizi speciali..

Conseguenze di una frattura dell'anca in età avanzata

Una frattura dell'anca è una lesione molto pericolosa. In caso di trattamento improprio, possono insorgere gravi complicazioni che causano la disabilità del paziente. La conseguenza più grave di una frattura dell'anca è la morte della testa del femore. A causa di uno stile di vita immobile, compaiono piaghe da decubito, stasi venosa acuta e trombosi dei vasi profondi. Una complicanza comune è la polmonite congestizia, che non può essere facilmente trattata con la moderna terapia antibiotica..

La tempistica del recupero del paziente dipende in gran parte dal suo atteggiamento positivo e dalla cura adeguata. In media, la riabilitazione richiede da sei mesi a un anno. Per combattere il trauma, gli psicologi dell'ospedale Yusupov stanno lavorando per riportare un paziente con una frattura dell'anca a uno stato emotivo normale. Grazie al lavoro individuale dello psicoterapeuta vengono chiarite le ragioni dell'umore depresso e vengono prese misure per eliminarle..

La terapia dietetica gioca un ruolo importante in una pronta guarigione. Molti pazienti si rifiutano di mangiare a causa della depressione. Ciò influisce negativamente sulla loro salute fisica e mentale. Per ristabilire l'appetito, gli chef dell'ospedale Yusupov offrono ai pazienti un menu delizioso e nutriente ricco di vitamine e minerali. Tutti questi metodi possono ridurre significativamente la durata del periodo di riabilitazione..

Riabilitazione dopo una frattura dell'anca

Il ruolo decisivo nella guarigione del paziente, indipendentemente dal fatto che il trattamento sia conservativo o operativo, è giocato dal successivo periodo di riabilitazione. Alcuni pazienti dopo l'intervento chirurgico all'anca decidono di rimanere a casa fino al completo ripristino della loro attività fisica. Credono che i propri cari forniranno loro cura e considerazione. L'assistenza medica qualificata e tempestiva può essere fornita solo da specialisti dell'ospedale Yusupov.

I programmi di riabilitazione utilizzati nella clinica di riabilitazione sono pienamente conformi agli standard europei. Il personale ha una vasta esperienza nel trattamento di pazienti immobilizzati. L'ospedale Yusupov si trova in una pittoresca zona ecologica, sul suo territorio c'è un parco dove le persone vengono portate a fare una passeggiata dopo una frattura dell'anca.

Un soggiorno presso la clinica di riabilitazione dell'ospedale Yusupov non significa solo assumere farmaci ed eseguire una serie di esercizi di ginnastica medica. Massaggi e procedure fisioterapiche vengono eseguiti quotidianamente per i pazienti:

  • magnetoterapia;
  • terapia laser;
  • Terapia UHF.

I terapisti riflessi eseguono l'agopuntura.

Programma di recupero in diversi periodi di riabilitazione

I terapisti della riabilitazione svolgono esercizi terapeutici in modo differenziato, a seconda del periodo di riabilitazione. I primi giorni dopo l'infortunio, gli esercizi mirano a migliorare la circolazione sanguigna, ridurre l'edema e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Si consiglia ai pazienti di muovere le dita dei piedi, eseguire movimenti di piccola ampiezza nell'articolazione della caviglia, se il paziente non è in trazione, tensione statica dei muscoli della coscia e della parte inferiore della gamba.

3-7 giorni dopo l'infortunio, i terapisti della riabilitazione insegnano ai pazienti esercizi volti ad aumentare il tono muscolare, preparandosi per la fase successiva dell'allenamento. La ginnastica viene eseguita con una frequenza di 3 volte al giorno per 10 approcci. Ogni esercizio viene eseguito con entrambe le gambe:

  • sollevare una gamba dritta sopra la superficie del letto;
  • flessione dell'arto inferiore al ginocchio, mentre il piede scorre lungo il letto;
  • rapimento della gamba piegata al ginocchio.

Il paziente inizia ad alzarsi, aggrappandosi al supporto. I pazienti iniziano a camminare con un deambulatore 2-4 settimane dopo una frattura dell'anca. L'istruttore-metodologo della terapia fisica esegue con loro esercizi volti a sviluppare i muscoli, ripristinare l'equilibrio. Tutti gli esercizi del periodo precedente vengono salvati.

Se il paziente si sente a suo agio, il complesso degli esercizi ginnici è complicato dall'introduzione di piccoli pesi o resistenze (elastici). I pazienti creano un ponte gluteo. Camminano prima su un deambulatore, poi con un bastone per 5-10 minuti 3 volte al giorno. Durante questo periodo di riabilitazione, gli specialisti dell'ospedale Yusupov prescrivono lezioni su una cyclette, mezzo squat contro il muro con una palla speciale dietro.

Un mese dopo una frattura dell'anca, vengono eseguiti esercizi per preservare e sviluppare la forza muscolare degli arti inferiori e di tutto il corpo:

  • lunga camminata su un sentiero pianeggiante all'aria aperta;
  • squat con la schiena dritta;
  • piegando le gambe alle articolazioni del ginocchio con resistenza;
  • sollevare gli arti inferiori estesi in posizione sdraiata;
  • esercizi "forbici" e "bici".

Per sottoporsi a un corso di riabilitazione efficace dopo una frattura dell'anca, chiamare l'ospedale Yusupov ogni giorno in qualsiasi momento della giornata..

Frattura del collo del femore in età avanzata

La frattura del collo del femore in età avanzata è un problema comune, il cui pericolo è dovuto a un rallentamento del metabolismo nel corpo in una persona anziana, alla sua usura generale.

La conseguenza di questi processi può essere lo sviluppo di una patologia come l'osteoporosi, che è caratterizzata da una maggiore fragilità del tessuto osseo. Qualsiasi movimento o lesione impropria può provocare una frattura del collo del femore. Questo è uno degli elementi più deboli dello scheletro, che è il più facile da rompere..

Una frattura grave porta sempre all'immobilizzazione, il che significa che il corpo si indebolisce ancora di più, il che inevitabilmente esacerba tutte le malattie concomitanti. Pertanto, una frattura del collo del femore negli anziani porta a un grave deterioramento della salute e patologie che si sono già sviluppate sullo sfondo di un osso rotto possono portare alla morte..

Cos'è?

In termini semplici, una frattura dell'anca è un danno all'integrità del femore. La lesione è localizzata nella sua parte più sottile, che è chiamata collo e collega il corpo dell'osso e la sua testa.

Questo tipo di lesione è estremamente comune e rappresenta il 6% della massa totale delle fratture. La principale categoria di persone colpite sono i pensionati che hanno superato la soglia dei 65 anni. Più spesso le donne si rivolgono a medici con un tale problema. Ciò è dovuto ai cambiamenti nei loro corpi dopo la menopausa. Una persona con osteoporosi può avere una frattura anche dopo un lieve colpo.

Sebbene i giovani a volte soffrano di un tale infortunio, si fratturano dopo una caduta dall'alto, durante un incidente o sul lavoro..

Classificazione

Una frattura del collo del femore è anche classificata dall'angolo tra la linea di frattura e la linea orizzontale che corre lungo la parte superiore della testa del femore:

  • l'angolo è di 30 ° o inferiore;
  • l'angolo è di 30-50 °;
  • angolo - più di 50 °.

Questa classificazione è stata compilata per prevedere il recupero: maggiore è l'angolo, più lunga sarà la riabilitazione.

La prognosi è influenzata anche dalle condizioni dei frammenti ossei secondo la classificazione Gardena:

  • Tipo I: frattura intra-articolare impattata. È pericoloso per i suoi sintomi inespressi, a causa dei quali il paziente continua a camminare ed è in pericolo di formazione di una frattura non perforata.
  • II tipo. Lo spazio tra i frammenti è completo, ma non si muovono.
  • III tipo. Rottura completa tra i frammenti, c'è uno spostamento della diafisi femorale, diretta verso l'interno.
  • Il tipo IV è caratterizzato dallo spostamento completo dei frammenti l'uno rispetto all'altro.

Il terzo e il quarto tipo non sono soggetti a trattamento conservativo.

Sintomi

Una frattura dell'anca negli anziani influisce sull'aspettativa di vita: prima viene rilevata e diagnosticata la lesione, maggiori sono le possibilità di una lunga vita.

Alcune lesioni portano a una frattura perforata in cui i sintomi sono sfocati, quindi le persone anziane non cercano sempre aiuto in tempo. Il pericolo di ciò sta nel fatto che durante questo periodo la frattura impattata può trasformarsi in una frattura dell'anca scomposta. Di conseguenza, il trattamento sarà fornito con un ritardo significativo e complicherà la fusione dell'osso rotto..

I sintomi di una frattura dell'anca in età avanzata sono i seguenti:

  1. Forte dolore all'inguine, articolazione dell'anca.
  2. La gamba danneggiata è più corta di quella sana.
  3. Il piede è rivolto verso l'esterno, non c'è modo di girarlo indietro.
  4. Ematoma nella zona interessata.
  5. Non riesco a togliere il tallone dal pavimento.

Con una frattura perforata, il dolore è sottile, può essere assente nelle prime ore.

Frattura pertrocanterica dell'anca scomposta

Questa è una lesione che si estende dalla base della cervice alla linea sottotrocanterica. Molto spesso, la ragione per ottenere una tale frattura risiede in una caduta su un grande trocantere, ma a volte si forma una lesione a seguito di una torsione degli arti. L'età pensionabile è un rischio aggiuntivo di frattura pertrocanterica spostata. A volte è accompagnato da una frattura dell'ileo.

Caratteristiche caratteristiche di una frattura transtrocanterica:

  1. Un netto deterioramento delle condizioni generali della vittima.
  2. Grande perdita di sangue.
  3. C'è uno spostamento del collo del femore, senza distruzione della struttura spugnosa del trocantere. Esiste il rischio di spostamento dei frammenti dell'osso danneggiato.
  4. Danni ai tessuti estesi.
  5. Gonfiore della coscia.
  6. Ematoma esteso.
  7. Dolore intenso, con pronunciata rotazione degli arti.

Per il trattamento di una frattura pertrocanterica, è necessario immobilizzare urgentemente l'arto fissandolo e allungandolo. Dopo che il paziente è stato portato al pronto soccorso, gli verrà applicato un calco in gesso. Ma nella maggior parte dei casi, i pazienti in età pensionabile non possono sopportare a lungo il suo carico, quindi hanno bisogno di un intervento chirurgico..

Questa procedura richiede un'attenta preparazione e viene eseguita in anestesia generale o locale, solo nel reparto ortopedico. Dopo il suo completamento, il paziente dovrà indossare uno stivale da derotazione per un po 'di tempo. Quando i frammenti ossei sono tenuti insieme saldamente, puoi muoverti senza stampelle.

Come guarisce le ossa?

Affinché i frammenti ossei formati a seguito di un trauma guariscano, devono verificarsi i seguenti cambiamenti:

  1. Inizialmente, la linfa e il sangue sono ridotti, che è entrato nei tessuti molli che circondano le ossa rotte. Questi fluidi biologici, avvolgendo i frammenti ossei con una sorta di "frizione", dovrebbero innescare le reazioni biochimiche e cellulari della loro fusione tra loro. I globuli distrutti vengono rimossi contemporaneamente.
  2. Le cellule del periostio, lo strato interno dell'osso e il midollo osseo entrano nel coagulo sanguigno. Saranno impegnati nel ripristino della connessione tra le ossa - callo. Le cellule ossee stesse non sono coinvolte nel processo.
  3. Inoltre, una sorta di "benda" densa è formata da cellule di osteoblasti, vasi di nuova formazione e tessuto connettivo, il cui compito è fissare i frammenti in modo che non si muovano l'uno rispetto all'altro. Allo stesso tempo, l'infiammazione inizia alle estremità dei frammenti, che porta al riassorbimento locale dei sali di calcio - si forma un'osteoporosi infiammatoria temporanea.

La fusione ossea è difficile se:

  • non c'è un normale afflusso di sangue nel sito della frattura;
  • nell'area della frattura sono presenti pochi osteoblasti e altre cellule che danno origine al callo;
  • i frammenti non si toccano;
  • si è verificata un'infezione in quest'area;
  • ci sono tessuti molli tra i frammenti.

Nella vecchiaia, anche in assenza di malattie croniche gravi, i primi 2 fattori sono praticamente "necessari".

Tempo di recupero dopo la frattura

È difficile calcolare con precisione un tale periodo, poiché tutto dipende dalla sua gravità, carattere, età del paziente e altri fattori. Ma in media sono almeno sei mesi. Solo dopo questo tempo, una persona sarà in grado di stare in piedi sull'arto ferito trasferendovi completamente il peso corporeo.

Nella maggior parte, la fase del trattamento è accompagnata dai seguenti periodi:

  1. Il terzo giorno dopo l'applicazione del calco in gesso, il paziente deve iniziare a massaggiare la regione lombare. Quindi dovresti andare all'arto intatto. Dopo una settimana, puoi iniziare a massaggiare la coscia, che è stata ferita. Questo dovrebbe essere fatto con attenzione, seguendo le raccomandazioni del medico..
  2. Dopo due settimane, se il gesso viene rimosso, è possibile iniziare i movimenti del ginocchio. È meglio farlo sotto la supervisione di un medico e solo dopo il suo permesso. Inoltre, nelle fasi iniziali, il paziente avrà bisogno di aiuto esterno. Dopo circa un mese, puoi iniziare a fare flessione ed estensione da solo. Dopo 2 mesi, il paziente può tentare di sedersi. Questo deve essere fatto secondo istruzioni specializzate..
  3. Dopo 3 mesi, il paziente potrà alzarsi in piedi con le stampelle e iniziare a muoversi in modo indipendente. In questo caso, il supporto dovrebbe essere su un arto sano, puoi solo iniziare leggermente su una gamba dolorante.
  4. A poco a poco, il carico sull'anca dovrebbe essere aumentato e dopo sei mesi si può tentare di tornare a una vita piena.

Come trattare una frattura dell'anca senza intervento chirurgico?

Il trattamento domiciliare è indicato nei casi in cui per qualsiasi motivo, compreso il rifiuto del paziente, non possa essere eseguito il trattamento chirurgico.

La trazione scheletrica viene applicata ai pazienti per un periodo da diverse settimane a 2 mesi in ambiente ospedaliero e, dopo il riposizionamento dei frammenti, viene applicata una benda speciale, con la quale il paziente può muoversi con l'aiuto delle stampelle, mentre è impossibile appoggiarsi alla gamba dolorante. Il periodo di stretching e di indossare una benda può durare fino a 6-8 mesi, a seconda di come l'osso danneggiato viene guarito.

Ai pazienti vengono anche prescritti farmaci che migliorano il metabolismo nei tessuti, rafforzano il tessuto osseo e cartilagineo, si consigliano vitamine e nutrizione con un alto contenuto di vitamine e minerali necessari per la rigenerazione del tessuto osseo (calcio, magnesio, fosforo, potassio, vitamina D, ecc.). Se possibile, vengono eseguiti esercizi di fisioterapia, massaggi e fisioterapia, mirati non solo alla zona malata, ma anche al mantenimento del corpo nel suo insieme.

Uno dei problemi più importanti nel trattamento conservativo di questa grave lesione è prendersi cura di una persona anziana che per lungo tempo è costretta a rimanere praticamente immobile e non può servirsi da sola..

Con una frattura del collo del femore, non ci sono termini chiari per il ripristino della funzione dell'arto ferito; ogni paziente richiede un approccio individuale. Nel migliore dei casi, con un buon trattamento, il ritorno alla piena vita avviene in 6-8 mesi..

Immobilizzazione per frattura dell'anca

Come tecnica terapeutica, viene utilizzata l'immobilizzazione, cioè l'immobilizzazione dell'arto. Viene mostrato in diversi casi e il suo scopo è preservare la vita umana..

Le indicazioni per il suo utilizzo sono strettamente limitate:

  1. Se una persona malata non è in grado di sopportare l'intervento chirurgico necessario per una serie di motivi. Molto spesso consistono nella condizione generale grave di una persona, ad esempio, con aumento del sanguinamento, esaurimento generale, presenza di alcune malattie.
  2. Se il paziente ha disturbi mentali persistenti, ad esempio, marasma senile.
  3. Se, anche prima dell'infortunio, la persona non era in grado di muoversi autonomamente.

L'immobilizzazione consiste in una serie di azioni sequenziali:

  1. Iniezione dell'articolazione con anestetici locali, vengono utilizzate principalmente lidocaina e novocaina.
  2. Uso a breve termine della trazione scheletrica, fino a 10 giorni.
  3. Rimozione della struttura.
  4. Girando il paziente da una parte all'altra, piantandolo sul letto.
  5. Dal 20 ° giorno, il paziente può alzarsi in piedi usando le stampelle.
  6. Se il paziente si sente soddisfatto, viene dimesso, ma non sarà in grado di muoversi completamente, senza l'aiuto delle stampelle..

Caratteristiche dell'assistenza domiciliare per gli anziani

In caso di frattura dell'anca, un letto funzionale con materasso antidecubito è l'opzione migliore per le persone anziane. Se non è possibile acquistarlo, è necessario preparare un letto normale posizionando un materasso di schiuma spesso e spesso su di esso e installando un "telaio balcanico" - una struttura su cui il paziente può sedersi, abbassarsi e alzarsi in modo indipendente. Se non è possibile attrezzare una struttura del genere, è possibile attaccare alla testiera una corda densa e resistente o un telo piegato, creando una sorta di "redini" "- tenendole strette, il paziente può alzarsi e sedersi autonomamente.

Nel processo di cura di un paziente anziano, è necessario prevenire complicazioni pericolose: piaghe da decubito, polmonite, costipazione e tromboflebite. La complicanza più comune sono le piaghe da decubito, ferite che si formano nei punti in cui il corpo del paziente è a stretto contatto con il letto (di solito l'osso sacro, i glutei e i talloni). Per la prevenzione delle piaghe da decubito è necessario attivare il paziente: mettersi a letto, insegnargli a girarsi leggermente, "scaricare" l'uno o l'altro dei glutei. La pelle dei glutei, della schiena e dei talloni deve essere pulita con alcol salicilico o canfora due volte al giorno. Bisogna fare attenzione che non ci siano pieghe e briciole sul letto. È possibile utilizzare cerchi antidecubito.

La prevenzione della polmonite include l'attivazione precoce del paziente, la ventilazione regolare della stanza e gli esercizi di respirazione (di solito ai pazienti viene offerto di gonfiare giocattoli per bambini o palline di gomma). Per prevenire lo sviluppo della stitichezza, il paziente viene nutrito in modo frazionato, ogni 2-3 ore, in piccole porzioni, senza abusare di cibi grassi e fritti. Nella dieta dovrebbe essere inclusa una quantità sufficiente di liquido, inclusi prodotti a base di latte fermentato, succhi di frutta e verdura. I lassativi possono essere usati secondo necessità.

È possibile ridurre la probabilità di sviluppare tromboflebiti eseguendo bendaggi elastici e un leggero massaggio degli arti inferiori (accarezzando le gambe dal basso verso l'alto). È necessario assicurarsi che il paziente esegua regolarmente movimenti nelle articolazioni della caviglia. Gli arti inferiori devono essere periodicamente posti in posizione elevata. E, infine, effettuando la prevenzione delle complicanze, non bisogna dimenticare la prevenzione dello sviluppo della sindrome astenica derivante dall'immobilità prolungata. Le migliori misure preventive in questo caso sono l'attività fisica precoce e una serie di esercizi speciali..

Tempo di recupero senza intervento chirurgico, quanti vivono in vecchiaia?

Per quanto tempo le persone anziane convivono con una frattura dell'anca e qual è il tempo di recupero in età avanzata? Tuttavia, una frattura dell'anca non ha nulla a che fare con l'aspettativa di vita, per quanto tempo può vivere una persona anziana con il naso che cola? Queste domande sono simili.

In casi non complicati, senza spostamento significativo, con una condizione soddisfacente e l'operazione eseguita, il recupero completo è possibile entro un anno. Se, per un motivo o per l'altro, viene scelto un metodo conservativo per trattare una frattura dell'anca negli anziani, il tempo di recupero senza intervento chirurgico varierà a seconda del tipo di lesione e delle condizioni generali del paziente. Quindi, con una perforazione o una frattura senza spostamento, il recupero avviene entro 8 mesi.

Non ci sarà un recupero completo in tutti gli altri casi. Una persona rimane immobilizzata o si muove per mezzo di stampelle, deambulatori, passeggini. Il pericolo di questo tipo di danno nelle persone anziane risiede nelle complicazioni.

Molto spesso, tali condizioni si sviluppano come:

  1. Trombosi venosa - con posizione supina prolungata a causa del deflusso venoso alterato e del tono della parete vascolare;
  2. Polmonite congestizia - polmonite dovuta a infezione di espettorato stagnante. Una delle cause di morte.
  3. Complicanze postoperatorie precoci e tardive associate alla tecnica di intervento, fallimento strutturale;
  4. Complicazioni postoperatorie e intraoperatorie (durante l'intervento chirurgico) causate dalle condizioni del paziente (insufficienza cardiaca, sanguinamento, paresi intestinale, ecc.);
  5. Ulcere da pressione e loro infezione (sviluppo di necrosi estesa, flemmone, ascessi);
  6. Necrosi della testa femorale (asettica - senza esposizione ad agenti microbici);
  7. Artrosi - cambiamenti strutturali degenerativi nei tessuti delle ossa e delle articolazioni;
  8. Falso giunto: con fusione impropria, si forma un'articolazione mobile (il trattamento è solo chirurgico);
  9. Artrite - infiammazione quando un'articolazione è infetta.

Lo sviluppo di tali complicazioni, in alcuni casi, causa la prognosi più sfavorevole per la vita..

Ai pazienti che hanno subito una lesione al collo del femore può essere assegnato un secondo o terzo gruppo di disabilità (a seconda dell'età, della presenza di complicanze e del livello di diminuzione delle capacità fisiche di una persona). Le persone anziane che, a causa di traumi, hanno perso completamente la funzione di movimento autonomo e di cura di sé vengono assegnate al primo gruppo.

Prevenzione

Prima di tutto, è la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi. Oltre ai medicinali consigliati dal medico, è molto importante che la persona anziana cerchi di mantenere l'attività fisica. Gli esercizi di forza si sono dimostrati particolarmente utili, anche con pesi o pesi minimi: impediscono la lisciviazione del calcio dal tessuto osseo.

La nutrizione dovrebbe essere attentamente monitorata: molte persone anziane non assumono abbastanza calcio perché non consumano latticini. Un altro aspetto è l'insolazione sufficiente, è necessario assicurarsi che la persona non sia chiusa in quattro muri, ma sia per strada - questo è importante per la produzione di vitamina D.

È necessario prendersi cura della sicurezza dell'ambiente: fornire illuminazione nell'appartamento, rimuovere oggetti non necessari dal pavimento, tappeti, i cui bordi possono essere catturati, sostituire con rivestimenti più moderni.

Caratteristiche del trattamento non chirurgico della frattura dell'anca negli anziani

Trattamento non chirurgico di vari tipi di frattura dell'anca negli anziani

Spesso, senza intervento chirurgico, non è possibile abbinare accuratamente i frammenti ossei, pertanto il metodo più efficace per trattare le lesioni femorali in età avanzata è il trattamento chirurgico. Quando si prescrive una terapia conservativa, vengono utilizzati trazione scheletrica, ferri da maglia speciali, l'imposizione di una benda di fissaggio o un calco in gesso e la tecnica di immobilizzazione precoce.

Il trattamento senza intervento chirurgico per una frattura dell'anca in età avanzata viene eseguito solo se:

  • patologia concomitante, in cui l'intervento chirurgico è controindicato;
  • condizione grave del paziente;
  • frattura impattata quando la linea di frattura è orizzontale;
  • danno alla base del collo;
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • disordini mentali;
  • paralisi prolungata prima della lesione;
  • rifiuto del paziente di sottoporsi a intervento chirurgico.

In caso di frattura dell'anca in età avanzata, il trattamento non chirurgico e la successiva riabilitazione vengono effettuati solo in un ospedale sotto la supervisione di uno staff medico.

Il trattamento conservativo prevede un periodo di recupero più lungo. Spesso le ossa non guariscono mai completamente. Ciò è dovuto ai cambiamenti legati all'età nel corpo: un rallentamento del flusso sanguigno, processi metabolici e rigenerativi. In futuro, il paziente dovrà usare le stampelle..

Pronto soccorso per frattura

Se si verifica un infortunio, una squadra di ambulanza deve essere chiamata a casa. Se è necessario fornire autonomamente il primo soccorso, è necessario svolgere una serie di attività pre-ospedaliere:

  1. La vittima viene distesa sulla schiena per ridurre il carico sulla gamba ferita.
  2. Per ridurre la gravità della sindrome del dolore, è necessario anestetizzare la gamba nella zona interessata con l'aiuto di anestetici locali o farmaci anestetici orali - "Almiral", "Ketorol", "Aertal", ecc..
  3. L'arto è immobilizzato con una stecca, che dovrebbe essere applicata dall'interno dalla zona inguinale al tallone. Per l'immobilizzazione e il fissaggio delle articolazioni, è possibile utilizzare assi di legno, guarnizioni di compensato o doghe.
  4. La vittima dovrebbe essere trasportata su una superficie dura o su una barella.
  5. Con una frattura aperta, è necessario fermare l'emorragia applicando un laccio emostatico.

Quando si utilizzano medicazioni, è necessario fare attenzione che la gamba non diventi blu durante il trasporto. Se ciò accade, la benda dovrebbe essere allentata..

Potenziali conseguenze e complicazioni


Una frattura del femore può portare a complicazioni, il cui sviluppo è aggravato dalla necessità di sdraiarsi a lungo. Le conseguenze di una frattura dell'anca nelle persone anziane includono:

  • piaghe da decubito e loro infezione;
  • la trombosi dei vasi sanguigni è provocata da disturbi del deflusso venoso e dell'elasticità del letto vascolare;
  • polmonite ospedaliera dovuta a infezione da muco stagnante;
  • una falsa articolazione si forma in caso di fusione impropria di frammenti ossei;
  • artrosi - alterazioni degenerative o infiammatorie nel tessuto osseo e cartilagineo;
  • l'artrite è un processo infettivo infiammatorio;
  • necrosi della testa del femore.

Lo sviluppo di tali complicazioni dopo una frattura dell'anca nelle persone anziane è spesso associato a una prognosi infausta per la vita..

Cause di violazione dell'integrità dell'osso

Molto spesso, una frattura si verifica quando una persona cade. Il picco del trauma si verifica in inverno, quando fuori è scivoloso e umido. Allo stesso tempo, la caratteristica dell'età ricade sulle persone di età superiore ai 65 anni. I fattori alla base della lesione sono:

  • Femmina,
  • Essere sovrappeso,
  • Sedentario,
  • Consumo eccessivo di bevande alcoliche,
  • Negli uomini, iperplasia prostatica,
  • Osteoporosi.

Inoltre, se il paziente ha una storia di osteoporosi, il movimento o la rotazione sono sufficienti. Le persone con malattie del sistema muscolo-scheletrico sono anche più suscettibili alle lesioni, poiché sono limitate nei movimenti e non hanno la capacità di controllare completamente il proprio corpo.

Statistiche delle fratture in base all'età (percentuale di lesioni del collo del femore rispetto ad altre lesioni del sistema muscolo-scheletrico):

Fino a 20 anniDai 20 ai 40 anniDa 40 a 50 anniDa 50 a 60 anniDa 60 a 70 anniDa 70 a 80 anniDa 80 a 90 anni
Meno dell'1%3%otto%trenta%45%70%85%

Più vicino alla vecchiaia, nel corpo umano si verificano cambiamenti nell'afflusso di sangue a determinati organi e tessuti, la quantità di calcio e minerali utili nelle ossa diminuisce, motivo per cui qualsiasi lesione apparentemente anche più piccola può causare una violazione dell'integrità dell'osso. Con il passare del tempo, con l'invecchiamento del corpo umano, l'afflusso di sangue alla testa del femore diminuisce, quindi diventa fragile e fragile. Anche la mancanza di nutrizione può avere un ruolo, perché per il normale funzionamento dei tessuti, le cellule hanno bisogno di sostanze utili e, in mancanza di esse, i tessuti iniziano a esaurirsi, perdendo le loro funzioni nel tempo.

Termini e metodi di riabilitazione

Il tempo di recupero per una frattura dell'anca senza intervento chirurgico negli anziani, prima di tutto, dipende dalla specificità e dalla gravità della lesione, nonché dallo stato psicologico del paziente. Questo periodo dura almeno sei mesi.

Tutte le attività di recupero vengono inizialmente svolte in ambiente ospedaliero sotto la guida di operatori sanitari esperti. Un'ulteriore riabilitazione è possibile anche a casa con l'aiuto di parenti istruiti.

Una fase importante nel periodo di recupero iniziale è il riposo a letto. In questo momento, è importante regolare la nutrizione del paziente, eseguire gli esercizi fisici e respiratori necessari per rafforzare tutti i gruppi muscolari e legamenti.

Cibo

Una frattura dell'anca e il successivo riposo a letto prolungato spesso provocano uno scarso appetito. La nutrizione del paziente in questo momento dovrebbe essere il più completa ed equilibrata possibile. La dieta dovrebbe assolutamente includere cibi che prevengono la stitichezza..


In caso di frattura del femore, si consigliano i seguenti alimenti:

  1. Frutta e verdura ad alto contenuto di fibre. Aiutano a stimolare la peristalsi e la motilità del tratto gastrointestinale, normalizzano la microflora.
  2. Latticini. La ricotta, il latte cotto fermentato, il kefir sono ricchi di calcio, necessari per il rapido ripristino dell'integrità ossea.
  3. Liquidi. È importante monitorare il rispetto del regime di consumo di alcol. Puoi bere acqua, succhi, mora, tisane. Una quantità sufficiente di liquido aiuta ad eliminare le tossine e le tossine dal corpo. Vale la pena limitare l'assunzione di acqua solo per patologie del sistema cardiovascolare e dei reni.
  4. Carne. È un'importante fonte di proteine. Dovresti rinunciare alla carne grassa e piccante fritta. La scelta migliore sono i prodotti a base di carne al vapore..

Il cibo dovrebbe essere non solo ipercalorico e nutriente, ma anche gustoso e attraente nell'aspetto. Il menu deve trovare un equilibrio tra prodotti di carne e verdure fresche. Un eccesso di proteine ​​animali può rendere difficile la digestione del cibo.

Esercizi dopo una frattura dell'anca

Fin dai primi giorni, ai pazienti viene prescritto un corso di esercizi di fisioterapia e esercizi di respirazione, che aiutano una persona anziana con una frattura dell'anca a riprendersi più velocemente. Una serie di esercizi viene selezionata dagli specialisti individualmente per ciascun paziente.


Lo scopo principale di questi metodi di riabilitazione è:

  • prevenzione dell'atrofia;
  • il ritorno del tono muscolare e dell'elasticità;
  • ripristino delle funzioni motorie degli arti;
  • arrestare lo sviluppo di complicanze.

Inizialmente, il paziente viene incaricato di eseguire semplici esercizi: sforzare tutti i muscoli a turno, impastare le articolazioni della spalla e del gomito, ruotare i piedi. Tutti i movimenti dovrebbero essere il più accurati e fluidi possibile. L'uso di esercizi di respirazione nella prima fase consente di fermare i processi stagnanti e prevenire lo sviluppo di polmonite.

Dopo aver rimosso il cerotto, il paziente viene incaricato di eseguire esercizi fisici più attivi: flessione-estensione degli arti, oscillazione delle gambe, giri e inclinazioni.

Quando il medico consente al paziente di alzarsi dal letto, inizia la terza e ultima fase della riabilitazione. Inizialmente, tutti gli esercizi vengono eseguiti con il supporto. Gradualmente i trampoli, le stampelle, ecc. Vengono rimossi. È utile per i pazienti nuotare e fare esercizio su speciali simulatori.

Massaggio


Il massaggio non dovrebbe causare gravi disagi

Le azioni di leggero massaggio dell'arto ferito possono essere eseguite già il 10 ° giorno del periodo di recupero. Questa terapia aggiuntiva aiuta:

  • migliorare l'afflusso di sangue a tessuti e organi;
  • prevenire lo sviluppo di ulcere da pressione e atrofia muscolare;
  • fermare il verificarsi di polmonite congestizia;
  • aumento del tono muscolare;
  • prevenzione dell'osteoporosi;
  • migliorare il lavoro del sistema cardiovascolare e respiratorio.

Ogni giorno si tengono sessioni di massaggi a lungo termine a riposo a letto. In ospedale, questo viene fatto da uno specialista. Durante la riabilitazione domiciliare, le attività di massaggio possono essere eseguite dai parenti.

Tempo di recupero dopo la frattura

Quanto dura il periodo di recupero per una lesione al collo del femore? I periodi di riabilitazione sono determinati dalla gravità della lesione e vanno da 6 a 12 mesi. L'efficacia del trattamento dipende in gran parte dall'attenzione del caregiver verso il paziente e dalla completezza delle sue raccomandazioni mediche..

Per accelerare la riabilitazione, i pazienti devono cambiare radicalmente il loro stile di vita. Per ripristinare la forza e prevenire complicazioni, è necessario eseguire le seguenti misure di riabilitazione:

  • massaggio terapeutico del torace;
  • igiene adeguata;
  • esercizi di respirazione;
  • dieta bilanciata;
  • prendendo farmaci prescritti da un medico.

Dopo la rimozione dell'intonaco, deve essere eseguito quotidianamente il programma di terapia fisica, che viene effettuato dall'ortopedico durante la dimissione del paziente. L'esercizio fisico regolare contribuisce allo sviluppo delle articolazioni e al completo ripristino della mobilità degli arti.

Previsione

Una frattura dell'anca non è una frase. L'intervento chirurgico per un tale infortunio offre elevate garanzie per il pieno recupero. Con la terapia non chirurgica, anche le previsioni positive sono reali.

L'esito del trattamento dipende direttamente dallo stato fisico e psicologico del paziente. Il sostegno e la cura dei propri cari è particolarmente importante per le persone anziane. La partecipazione dei parenti ti consentirà di evitare disturbi mentali, stress e esaurimenti nervosi dovuti alla necessità di essere immobilizzato a lungo.

Prima il paziente viene ricoverato in reparto, maggiori sono le possibilità di un esito positivo. Al primo sospetto di una frattura, un'urgente necessità di consultare un medico. Un trattamento tempestivo e metodi di riabilitazione ben scelti aiuteranno il paziente a ripristinare rapidamente la salute delle articolazioni e tornare a una vita piena.

L'essenza della frattura e il suo codice ICD-10

Una lesione del collo del femore è caratterizzata dalla deformazione dell'osso prossimale nell'area appena sotto la base dell'articolazione articolare. Il danno si verifica nel 6% del numero totale di fratture e viene diagnosticato nel 90% dei casi nelle persone sopra i 50 anni.

Secondo le statistiche, la malattia è 2 volte più comune nelle donne, il che è associato ad un'alta probabilità di sviluppare l'osteoporosi durante la menopausa e la menopausa..

Nelle persone con maggiore fragilità ossea, il danno a un arto può essere causato anche da un leggero effetto di forza:

  • inclinazione del busto;
  • cadere da un'altezza della propria crescita;
  • spingere alla coscia;
  • brutta svolta a letto.

La frattura del collo del femore non è accompagnata da sintomi pronunciati, quindi molti pazienti non sospettano nemmeno della gravità del danno e quindi non si affrettano a vedere un traumatologo. Spesso le persone anziane stabiliscono autonomamente la diagnosi sbagliata e trattano costantemente l'osteocondrosi, l'artrite, l'artralgia, la sciatica, ecc..

Nella classificazione internazionale della malattia (ICD-10), alla lesione è assegnato un numero individuale sotto la voce "Lesioni nell'area dell'articolazione dell'anca e della coscia" con il codice S72.0. La malattia è pericolosa a causa della pratica assenza di forti dolori, e quindi oltre il 76% dei pazienti non ritiene necessario consultare un medico. La trascuratezza di un trattamento competente comporta un deterioramento delle condizioni dell'osso prossimale, che successivamente riduce le possibilità di fusione ossea e la normalizzazione della funzione degli arti.

Top