Categoria

Messaggi Popolari

1 Ginocchia
Protrusione della colonna cervicale
2 Riabilitazione
Esercizi di sollievo dal dolore per il collo secondo Bubnovsky
3 Polso
Pillole per il dolore alle articolazioni - quali scegliere?
Image
Principale // Massaggio

Ragioni del dolore alla testa e al collo, metodi di diagnosi e trattamento


PrincipaleCefalea ed emicraniaDolore al collo Cause per le quali il collo e la testa fanno male, metodi di diagnosi e trattamento

Il dolore alla testa e al collo è un sintomo di molte malattie del corpo umano. In assenza di un trattamento tempestivo, possono diventare cronici. Per prevenire il loro sviluppo, è necessario avere un'idea dell'eziologia e del quadro clinico dei processi patologici, nonché delle regole per fornire il primo soccorso durante gli attacchi di sindrome del dolore.

Ragione principale

Ci sono molti fattori eziologici che causano dolore alla testa e al collo. È importante stabilire la causa esatta di questi sintomi. Ciò consentirà di prescrivere le tattiche terapeutiche più efficaci..

Osteocondrosi cervicale

Questa è una delle malattie più comuni durante le quali si nota fastidio alla testa e al collo. La patologia è accompagnata da cambiamenti caratteristici nel tessuto cartilagineo tra le vertebre.

Queste violazioni contribuiscono al restringimento dello spazio intervertebrale. C'è un pizzicamento delle terminazioni nervose, che provoca la comparsa di dolore. La compressione dei vasi sanguigni porta alla carenza di ossigeno delle cellule cerebrali, in cui si notano mal di testa.

Inoltre, i seguenti sintomi sono caratteristici dell'osteocondrosi:

  • diffusione del dolore agli arti superiori, al torace e al cingolo scapolare;
  • caratteristico crunch che appare quando si inclina o si gira la testa;
  • rigidità dei movimenti;
  • debolezza generale;
  • vertigini frequenti;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • diminuzione della sensibilità delle estremità distali e del tono delle fibre muscolari.

Miogelosi

Questa patologia è accompagnata da un ispessimento dei muscoli del collo, derivante da una cattiva postura, stress costante o intorpidimento sistematico della schiena. Lo sviluppo della malattia è favorito anche da un regolare sovraccarico fisico..

Con la malattia, i pazienti hanno dolore al collo e alla regione occipitale della testa. Il quadro clinico è accompagnato da frequenti capogiri, rigidità dei movimenti e insorgenza di dolore durante i giri della testa.

Spondilosi cervicale

Questa malattia è più frequente nelle persone di età superiore ai 50 anni. La sua essenza risiede nella proliferazione del tessuto osseo nell'area di giunzione della prima vertebra cervicale con la seconda. Di conseguenza, c'è una diminuzione della funzionalità di questa parte della colonna vertebrale, nonché processi distruttivi nelle vertebre, che contribuiscono allo sviluppo della sindrome del dolore cervicale.

Il dolore si irradia alla parte posteriore della testa, spalle, orecchie e occhi. È accompagnato da uno scricchiolio al collo durante i movimenti della testa. Gli arti superiori sono soggetti a formicolio e disturbi del tono muscolare. La probabilità di processi patologici aumenta con uno sforzo fisico intenso, ipotermia regolare o presenza di infiammazione nelle capsule articolari.

Emicrania cervicale

Questa patologia si sviluppa quando una persona ha osteocondrosi, lesioni alla colonna vertebrale o aterosclerosi. In assenza di trattamento, si sviluppano disturbi della circolazione cerebrale, che influiscono negativamente sulla salute del paziente..

La malattia può portare a problemi cognitivi, paresi e paralisi. Inoltre, la probabilità di ictus ischemico aumenta in modo significativo. Tra i sintomi della patologia ci sono:

  • la presenza di dolori lancinanti, pulsanti e esplosivi nella colonna cervicale con irradiazione nell'area della testa;
  • la durata del dolore varia da 5-10 minuti a 2-3 ore;
  • emicrania, vertigini;
  • sintomi gastralgici.

La disfunzione del cervello, così come il dolore regolare alla testa e al collo, riduce le prestazioni e l'attività sociale del paziente. La malattia può causare psicosi, nevrosi e condizioni depressive.

Nevralgia occipitale

Spesso, il disagio con la localizzazione nella parte posteriore della testa e del collo indica un danno alle fibre del nervo occipitale. Le cefalalgie sono unilaterali o croniche. Appaiono bruscamente e si intensificano in presenza di luce intensa..

Questa malattia si verifica nelle persone inattive. Inoltre, la malattia colpisce pazienti con infiammazione delle meningi, diabete mellito di tipo insulino-dipendente e lesioni traumatiche della colonna vertebrale. Il rischio di sviluppare patologie aumenta con sovraccarico emotivo, disturbi mentali e ipotermia.

Artrite reumatoide

Se una persona ha l'artrite reumatoide, la sindrome del dolore ha una natura parossistica. L'irradiazione del dolore si verifica nel torace, negli arti superiori e nella schiena.

Meningite

I processi infiammatori che interessano il rivestimento del cervello sono il risultato dell'influenza di agenti infettivi. I pazienti hanno un forte aumento della temperatura, sindrome da dolore intenso, cachessia, letargia ed eccessiva eccitabilità.

Nel tempo, nausea e vomito si uniscono al quadro clinico della malattia, che non porta sollievo. Un segno specifico di meningite è un collo stretto. Questo costringe il paziente ad assumere una postura forzata con la testa rovesciata e le gambe attirate verso lo stomaco. Spesso compare una caratteristica eruzione cutanea sul corpo del paziente..

Tensione nervosa

Se il collo fa male e dà alla testa, le cause del dolore includono sovraccarico emotivo, disturbi mentali o condizioni depressive. Contribuiscono allo sviluppo di disturbi del flusso sanguigno nel cervello. Le sensazioni spiacevoli sono localizzate nella zona occipitale, hanno un carattere sordo e dolente con pulsazioni periodiche e lombalgia.

Trauma

La sindrome del dolore è caratteristica delle lesioni dei dischi intervertebrali, delle malattie articolari e delle distorsioni delle fibre muscolari del collo. Di conseguenza, una persona deve affrontare un disagio alle vertebre cervicali, che possono irradiarsi alla testa.

I dolori sono solitari o persistenti. La loro gravità dipende dalle dimensioni e dalla posizione delle lesioni tissutali. Inoltre, le emicranie sono caratteristiche del periodo post-traumatico di danno al cranio. Tutte le patologie sono caratterizzate da una serie di segni simili, tra cui un aumento del disagio dopo il sonno, nonché una permanenza prolungata in una posizione statica.

Pronto soccorso per dolori al collo e alla testa

In presenza di processi patologici, il primo soccorso consiste nelle seguenti azioni:

  1. Ventilazione della stanza. Bassi livelli di ossigeno nell'aria possono scatenare mal di testa.
  2. Massaggiare il collo, il cingolo scapolare e la nuca con leggeri movimenti massaggianti.
  3. Sdraiati sulla schiena e cerca di rilassarti. La superficie deve essere dura.

Se il dolore al collo e alla testa non è scomparso, è necessario contattare specialisti specializzati. Le sensazioni dolorose prolungate indicano lo sviluppo di processi patologici che richiedono un trattamento immediato.

Diagnostica

Quando si visita un istituto medico, la diagnosi dell'eziologia del dolore al collo e alla testa inizia con un esame iniziale. Successivamente, il medico raccoglie un'anamnesi e invia per la consultazione a specialisti di profilo stretto.

La selezione dei metodi di esame strumentali e di laboratorio per confermare la diagnosi si basa sui sintomi clinici che si osservano nel paziente. Per esaminare il paziente, è prescritto quanto segue:

  • analisi cliniche del sangue e delle urine;
  • Diagnostica a raggi X delle vertebre cervicali;
  • esame ecografico del collo e della testa;
  • imaging a risonanza magnetica e tomografia computerizzata.

Trattamento

La diagnosi precoce dei processi patologici e la nomina di un trattamento adeguato riduce la probabilità di utilizzare metodi terapeutici radicali. Lo schema delle misure terapeutiche si basa sull'assunzione di farmaci, massaggi e vari metodi di fisioterapia.

Trattamento farmacologico

L'uso di farmaci sintomatici allevia per un po 'il dolore al collo e alla testa. Il trattamento dovrebbe agire sul fattore eziologico che ha portato ai processi patologici. A tal fine, nominato:

  1. Antispastici - No-Shpa, Baralgin.
  2. Farmaci antinfiammatori non steroidei: ibuprofene, indometacina, nimesulide.
  3. Rilassanti muscolari - Baclofen, Tizanidine, Sirdalud.
  4. Preparati vitaminici complessi - Milgamma, Neuromultivitis.
  5. Condroprotettori - Glucosamina, Condroitina, Biflex.
  6. Sedativi: glicina, tintura di valeriana.

In assenza del risultato desiderato, il medico regola il dosaggio o prescrive farmaci alternativi. L'automedicazione può essere dannosa per la salute.

Massaggio

Il massaggio è uno dei trattamenti più efficaci per le malattie associate al dolore alla testa e al collo..

Per un trattamento più efficace, è necessario seguire un corso di massaggio da uno specialista qualificato. In determinate situazioni, è consentito utilizzare massaggiatori previa consultazione con il medico curante..

Fisioterapia

Il metodo fisioterapico più comune per il dolore al collo e alla testa è la riflessologia. La sua essenza sta nell'applicazione della corrente elettrica con anestetici. Inoltre, per il trattamento dei processi patologici, usano:

  • trattamento laser;
  • elettroforesi;
  • applicazioni di paraffina;
  • terapia magnetica.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo del dolore e la loro ricaduta, è necessario seguire una serie di misure preventive. Questi includono:

  • mantenere uno stile di vita sano;
  • trascorrere il tempo libero all'aria aperta;
  • sonno sano;
  • dieta bilanciata;
  • ginnastica terapeutica.

Con carichi statici regolari, si consiglia di riscaldarsi ogni mezz'ora, camminare di più ed evitare situazioni stressanti. La quantità giornaliera di acqua che bevi dovrebbe essere di almeno 2 litri.

Se il collo e la testa fanno male, è necessario visitare specialisti specializzati. Diagnosticano la causa dei processi patologici, dopo di che prescriveranno le tattiche di trattamento più efficaci. Ciò impedirà lo sviluppo di gravi complicazioni e preserverà la salute del paziente..

Possono esserci mal di testa con osteocondrosi cervicale? Se viene fatta la diagnosi, cosa fare?

L'osteocondrosi cervicale nella maggior parte dei pazienti è accompagnata da mal di testa. Ha intensità e localizzazione diverse, ma si sviluppa a seguito della compressione delle strutture vascolari o nervose. Nella diagnostica vengono utilizzati metodi strumentali: terapia a raggi X, computer o risonanza magnetica. La terapia complessa comprende vari gruppi di farmaci, fisioterapia, esercizi terapeutici, ecc..

Informazione Generale

Con l'osteocondrosi, si verificano cambiamenti degenerativi nei dischi intervertebrali. Si trovano nella maggior parte delle persone di età compresa tra i 20 ei 30 anni, poiché sono associati a una postura eretta prolungata durante il giorno. Tuttavia, i sintomi clinici della patologia vengono rilevati in una piccola parte della popolazione, che presenta fattori di rischio predisponenti:

  • sport intensi o lavori in cui è presente un carico elevato sulla colonna vertebrale;
  • corsetto muscolare debole della schiena;
  • la presenza di scoliosi, lordosi e altre curvature della colonna vertebrale;
  • malattie ereditarie con difetti nello sviluppo del tessuto connettivo.

Sullo sfondo di questi fattori, nell'uomo si osserva una degenerazione accelerata del tessuto cartilagineo, che porta alla comparsa di sporgenze ernarie dei dischi intervertebrali. L'ernia risultante comprime le strutture nervose e vascolari, provocando dolore e altri sintomi.

Cause di dolore

Il mal di testa da osteocondrosi cervicale può essere associato a vari cambiamenti nella colonna vertebrale. Molto spesso, i motivi sono i seguenti:

  1. La comparsa degli osteofiti. L'osteofita è una piccola crescita del tessuto osseo che danneggia i tessuti adiacenti e le strutture anatomiche. Si osserva un aumento della crescita ossea a causa dell'aumento del carico sul corpo vertebrale ed è progressivo..
  2. Compressione meccanica delle fibre nervose e dei vasi sanguigni. Ciò porta a una grave sindrome del dolore, che è spesso accompagnata da sintomi neurologici concomitanti: ridotta sensibilità alle braccia e al collo, debolezza muscolare, ecc..
  3. Spasmo dei gruppi muscolari nella parte posteriore del collo e nella parte posteriore della testa. Un aumento del carico sul rachide cervicale e un danno ai tessuti molli porta alla contrazione muscolare riflessa, che si trasforma in uno spasmo persistente.
  4. Sindrome dell'arteria vertebrale derivante dalla compressione della nave con lo stesso nome. Oltre al costante mal di testa, il paziente sviluppa vertigini, aumento della pressione sanguigna e disturbi visivi.
  5. L'interruzione dell'afflusso di sangue al cervello può portare ad un aumento della pressione intracranica.

Oltre alle cause immediate dell'insorgenza dei sintomi del mal di testa associato all'osteocondrosi cervicale, gli esperti identificano i fattori provocatori. Portano a sensazioni dolorose nelle persone con lesioni dei dischi intervertebrali:

  • intensa attività fisica sotto forma di sollevamento di carichi pesanti, brusche svolte della testa e del corpo, ecc.;
  • posizione scomoda della testa e del collo durante il sonno;
  • massaggio o terapia fisica eseguiti in modo improprio;
  • stress cronico o acuto;
  • ipodynamia;
  • decorso grave di malattie somatiche o infettive.

È possibile trattare efficacemente il mal di testa con l'osteocondrosi cervicale solo se le cause della sua comparsa vengono eliminate.

Caratteristiche del dolore

Il mal di testa da osteocondrosi cervicale è cronico. L'efficacia degli antidolorifici, compresi i farmaci antinfiammatori non steroidei, è bassa. Il dolore è spesso accompagnato da vertigini durante lo sforzo, movimenti improvvisi del collo e postura scomoda durante il sonno..

Le caratteristiche principali del mal di testa cronico nell'osteocondrosi cervicale:

  • sensazioni dolorose "premendo" e "dolorante";
  • durata da alcune ore a diversi giorni;
  • il dolore è di intensità moderata, mentre le pillole per il dolore non aiutano a ridurlo;
  • i movimenti della testa sono accompagnati da un aumento dei sintomi e possono essere accompagnati da uno scricchiolio;
  • la presenza di disturbi neurologici concomitanti con la progressione dell'osteocondrosi (i pazienti possono manifestare disturbi della sensibilità cutanea, debolezza muscolare, cambiamenti riflessi, ecc.);
  • il mal di testa si verifica quando la testa e il collo sono a disagio durante la notte o quando si utilizza un cuscino morbido.

Tipi di dolore

La natura dei mal di testa causati dall'osteocondrosi del rachide cervicale dipende dalla causa del loro verificarsi. Gli specialisti identificano cinque tipi di dolore:

  1. Sotto forma di una classica emicrania senza un'aura precedente. Si verifica quando le fibre nervose che innervano i tessuti molli e i vasi del cranio vengono compresse. Sensazioni spiacevoli di localizzazione unilaterale, accompagnate da una maggiore sensibilità ai suoni forti e alla luce.
  2. Dolore con localizzazione predominante nell'occipite. In questo caso, il dolore può arrivare a tutta la testa. Qualsiasi movimento nel collo lo rafforza. La causa principale è la compressione del nervo occipitale e delle arterie vertebrali.
  3. Pulsanti e brucianti, che durano diversi giorni. L'assunzione di antidolorifici non migliora la condizione. Sensazioni simili si verificano quando appare un'ernia intervertebrale e uno spostamento nelle articolazioni vertebrali.
  4. A breve termine e dolorante - tipico per la compressione dei vasi sanguigni nel collo. È accompagnato dal pallore del paziente, dal sudore freddo e dagli attacchi di panico. Dura circa mezz'ora, dopodiché passa da solo.
  5. Parossistica pulsante con localizzazione nella regione occipitotemporale. Si verifica in modo imprevisto e scompare senza alcun trattamento. Spesso cronico. Possibili sintomi neurologici sotto forma di intorpidimento della pelle del viso e del collo.

In alcuni casi, la natura del dolore cambia. Ciò è dovuto ai cambiamenti che si verificano nei dischi intervertebrali e nelle strutture che li circondano. Di norma, nelle fasi iniziali della malattia, il disagio si verifica dopo uno sforzo intenso o movimenti improvvisi della testa. Tuttavia, in assenza di terapia, la patologia progredisce, portando alla sindrome del dolore cronico..

Misure diagnostiche

Per rimuovere il mal di testa con osteocondrosi cervicale, è necessario trattare la malattia sottostante. A tal fine, il paziente dovrebbe consultare un neurologo..

L'esame inizia con una conversazione con un medico, durante la quale vengono chiariti i reclami esistenti, nonché l'anamnesi della malattia: la durata del loro verificarsi, la natura del dolore, le cause di esso, ecc. Ciò consente di riconoscere i sintomi dell'osteocondrosi. I metodi di laboratorio sono usati raramente, poiché non rilevano cambiamenti nella colonna vertebrale.

La radiografia della colonna vertebrale è prescritta per la valutazione iniziale delle condizioni della colonna vertebrale. Il medico nota la sua curvatura, i cambiamenti nelle dimensioni dei corpi vertebrali e dei dischi intervertebrali. Il "gold standard" della diagnostica è la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica. Entrambi i metodi forniscono un'immagine tridimensionale del rachide cervicale con un elevato dettaglio delle sue strutture. Nel corso dello studio, una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali, il loro andare oltre i corpi vertebrali, nonché la compressione delle strutture anatomiche adiacenti.

Se si sospetta la compressione dei vasi sanguigni, viene eseguita un'ecografia con ultrasuoni Doppler. Lo specialista valuta il flusso sanguigno attraverso le arterie e può identificare le aree del loro restringimento causato dall'osteocondrosi.

Diagnosi differenziale

Il mal di testa nell'osteocondrosi cervicale può essere simile al dolore in altre malattie: emicrania cronica e mal di testa da tensione. In caso di attacchi di emicrania, è caratteristica la presenza di un'aura precedente sotto forma di lampi di luce o vertigini. Inoltre, con l'emicrania, vengono spesso rivelati una storia ereditaria e tipici fattori provocatori: luce intensa, suoni forti, ecc..

In caso di mal di testa da tensione, il disagio si verifica dopo un lavoro mentale o fisico prolungato. Sono caratterizzati dall'elevata efficienza degli antidolorifici, in contrasto con l'osteocondrosi cervicale.

Approcci alla terapia

Il trattamento mira ad affrontare la causa sottostante e ridurre i sintomi. A tale scopo vengono utilizzati farmaci, fisioterapia, esercizi terapeutici e massaggi. In alcuni casi, i pazienti sono indicati per interventi chirurgici.

Terapia farmacologica

È importante che i pazienti sappiano come alleviare il mal di testa nell'osteocondrosi del rachide cervicale. I farmaci sono gli strumenti principali per eliminare il dolore, migliorare la circolazione sanguigna e prevenire la distruzione dei dischi intervertebrali. A tale scopo vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (Nimesulide, Movalis, Indometacina, ecc.). Hanno un effetto analgesico pronunciato, ma la loro efficacia per il dolore associato all'osteocondrosi è limitata. Inoltre, riducono l'intensità dell'infiammazione nell'area dei dischi intervertebrali alterati. Gli antidolorifici sono utilizzati in varie forme di dosaggio: compresse, gel e unguenti.
  • Antispastici - Baralgin, Spazgan, ecc. Elimina lo spasmo e il dolore della muscolatura liscia.
  • I miorilassanti (Tizanidine, Sirdalud, Baclofen) sono utilizzati per ridurre la tensione muscolare nella parte posteriore della testa, ridurre il dolore e prevenirne l'intensificazione con l'attività fisica.
  • Agenti condroprotettivi: Condroossido, Condroitin solfato, Artra e loro analoghi. Migliora le condizioni del tessuto cartilagineo nell'area delle articolazioni della colonna vertebrale, prevenendo la progressione della malattia.
  • Farmaci che migliorano la circolazione cerebrale (Cinnarizin, Actovegin). Aumenta il flusso sanguigno attraverso i vasi che alimentano il cervello, il che ha un effetto positivo sui sintomi neurologici associati.
  • Nootropics (Piracetam, Phenotropil), vitamine del gruppo B e altri medicinali.

È importante notare che solo uno specialista seleziona i medicinali. Hanno una serie di controindicazioni, la cui mancata osservanza può causare la progressione della malattia o lo sviluppo di effetti collaterali.

Massaggi e fisioterapia

Fisioterapia e massoterapia sono trattamenti complementari. Il massaggio professionale sulla zona del collo riduce lo spasmo dei muscoli dell'occipite e del collo, allevia il dolore. Allo stesso tempo, c'è un miglioramento del flusso sanguigno e una diminuzione della gravità dei sintomi neurologici..

Tra i metodi di fisioterapia vengono utilizzati l'esposizione laser, magnetoterapia, UHF, UFO e elettroforesi farmacologica. Quest'ultimo viene effettuato con antidolorifici e farmaci antinfiammatori. Va ricordato che il massaggio e la fisioterapia vengono eseguiti al di fuori del periodo acuto dell'osteocondrosi.

Terapia fisica: approcci di base

La ginnastica terapeutica rafforza il corsetto muscolare nella zona del collo, prevenendo la progressione della malattia e la sua esacerbazione. Gli esercizi devono essere eseguiti sotto la supervisione di uno specialista. Il medico di fisioterapia mostrerà la corretta tecnica di esecuzione e controllerà il paziente durante la terapia fisica. I complessi di allenamento vengono selezionati individualmente per ciascun paziente. Gli esercizi principali sono i seguenti:

  1. IP (posizione di partenza): sdraiato sulla schiena. La respirazione è regolare, il corpo è rilassato. Durante l'espirazione, gira la testa di lato, fissando lo sguardo sulla gamba. In questa posizione, devi rimanere per 5-10 secondi. Successivamente, la testa viene ruotata delicatamente nella direzione opposta. L'esercizio viene ripetuto 5-6 volte..
  2. IP: seduto su una sedia, il cingolo scapolare è rilassato. La testa è inclinata a sinistra, cercando di raggiungere la clavicola con l'orecchio. Dopodiché, allunga lentamente nella direzione opposta. Non dovresti provare a eseguire l'esercizio a piena ampiezza se il dolore aumenta durante il movimento..
  3. Inclina la testa in avanti, premendo il mento contro il petto. Appoggia i palmi alla nuca e preme leggermente su di essa. Allo stesso tempo, cercano di raddrizzare il collo, superando la pressione delle mani. Va ricordato che la resistenza non dovrebbe essere eccessiva, poiché ciò può portare a spasmi dei muscoli cervicali e occipitali, ecc..

L'intensità dell'attività fisica, la durata della serie di esercizi e il loro tipo dipendono dalle condizioni del paziente. Dopo aver imparato la tecnica corretta, la terapia fisica viene eseguita a casa.

Quando è indicato un intervento chirurgico

L'indicazione principale per la chirurgia è l'inefficacia della terapia conservativa in corso con una progressione costante dei sintomi. Inoltre, gli interventi chirurgici vengono eseguiti nei seguenti casi:

  • frequenti attacchi ischemici transitori;
  • lo sviluppo di un ictus a seguito di una forte diminuzione del flusso sanguigno attraverso le arterie vertebrali;
  • forti mal di testa che portano a una significativa diminuzione della qualità della vita del paziente;
  • ipertensione arteriosa derivante dalla compressione vascolare.

Le operazioni mirano alla decompressione delle arterie e dei nervi, nonché alla plastica dei dischi intervertebrali interessati.

L'automedicazione per il dolore associato all'osteocondrosi è controindicata. La prescrizione impropria di medicinali, l'uso dell'omeopatia e dei metodi di medicina tradizionale portano ad un aumento della degenerazione dei tessuti della colonna vertebrale. Ciò può causare il rapido sviluppo di alterazioni patologiche nei dischi intervertebrali con i seguenti sintomi neurologici: ridotta sensibilità, paresi e paralisi. Di conseguenza, il livello di qualità della vita diminuisce, il che porta allo sviluppo di depressione, disadattamento sociale e lavorativo..

Prevenzione della malattia

Il trattamento per l'osteocondrosi ha un'efficacia limitata, che è associata ad un costante aumento dei processi patologici nei dischi intervertebrali. Pertanto, si raccomanda di impegnarsi nella prevenzione delle malattie. Include i seguenti elementi:

  1. Se il lavoro è sedentario, è necessario trovare una sedia comoda che consenta di distribuire il carico sulla schiena.
  2. Il materasso sul letto deve essere rigido e piatto, ma non causare disagio e disturbi del sonno. Le dimensioni del cuscino sono selezionate individualmente. Meglio acquistare speciali accessori per il sonno ortopedici.
  3. Con gli sport regolari, dovresti regolare il carico e non sovraccaricare i muscoli della schiena e del collo.
  4. Con un lavoro prolungato da seduti, ogni 25-30 minuti, dovresti fare ginnastica sotto forma di inclinazione del corpo sui lati, rotazione delle braccia, ecc..
  5. Gli esperti sconsigliano di indossare scarpe col tacco alto. Porta a una distribuzione errata del carico sul sistema muscolo-scheletrico..
  6. Usa un comodo zaino con due cinghie, che riduce la tensione muscolare della schiena e previene la scoliosi. Il trasporto di borse su una spalla influisce negativamente sulla colonna vertebrale.
  7. Se sei in sovrappeso, dovresti consultare il tuo medico e dietologo sulla selezione di attività e dieta per ridurlo.
  8. Normalizzazione del sonno, la cui durata non dovrebbe essere inferiore a 7-8 ore al giorno.
  9. Una dieta equilibrata ricca di proteine, vitamine e minerali. Per fare ciò, aumentare il numero di carni magre, verdure, frutta, bacche, noci e latticini nel menu..

Se avverti dolore e fastidio al collo e alla nuca, consulta immediatamente un medico..

Cause di dolore al collo e alla testa

Anche attacchi di mal di testa a breve termine e rari possono ridurre significativamente le prestazioni e la qualità della vita. La comparsa sistematica di un sintomo o la sua persistenza per lungo tempo è un'indicazione per ottenere un parere medico. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle situazioni in cui allo stesso tempo un mal di testa e un forte dolore al collo. Una combinazione di manifestazioni è tipica di una serie di malattie che richiedono un trattamento professionale urgente. Solo dopo aver effettuato la diagnostica, stabilito il grado di danno al corpo e avviato una terapia specialistica, possiamo aspettarci una prognosi favorevole.

  1. Perché il collo e la testa fanno male?
  2. Osteocondrosi cervicale
  3. Nevralgia occipitale
  4. Miogelosi
  5. Spondilosi cervicale
  6. Emicrania cervicale
  7. Meningite
  8. Tensione nervosa
  9. Colonna vertebrale o trauma cranico
  10. Gruppo di rischio
  11. Diagnostica
  12. Trattamento
  13. Trattamento farmacologico
  14. Fisioterapia
  15. Prevenzione

Perché il collo e la testa fanno male?

La ragione per la comparsa simultanea di cefalea e sensazioni di disagio al collo può essere una permanenza prolungata in una posizione scomoda. In questo caso, il problema scompare dopo un leggero riscaldamento e non richiede farmaci..

La persistenza delle sensazioni, il loro frequente verificarsi, la presenza di ulteriori sintomi è un segnale allarmante. Una persona che ignora il fatto che gli fa male il collo e che le sensazioni vengono date alla sua testa è a grande rischio per la sua salute. In una serie di situazioni, senza un trattamento speciale, può sviluppare una malattia cronica o una condizione che richiede assistenza di emergenza.

Osteocondrosi cervicale

Una delle condizioni più comuni per il dolore alla testa e al collo. È causato da un cambiamento nella struttura della cartilagine tra le vertebre, che porta a un restringimento dello spazio tra di loro. Le terminazioni nervose sono pizzicate, il che fa male alla parte posteriore del collo. La compressione dei vasi sanguigni porta all'ipossia del cervello, che causa mal di testa.

L'osteocondrosi è caratterizzata dai seguenti sintomi aggiuntivi:

  • la sindrome del dolore può diffondersi alla regione toracica, alla parte superiore della schiena e alle braccia;
  • quando si gira il collo, si sente uno scricchiolio, i movimenti in questo reparto sono limitati e causano disagio;
  • ronzio e rumore nelle orecchie e nella testa;
  • vertigini, debolezza, scarsa coordinazione;
  • nausea e vomito;
  • intorpidimento delle dita e delle mani intere;
  • diminuzione del tono muscolare.

Man mano che la patologia progredisce, i sintomi diventano più pronunciati e persistenti. In assenza di trattamento, un processo infiammatorio può unirsi a cambiamenti organici. Prima viene fatta la diagnosi, maggiori sono le possibilità di eliminare completamente il problema.

Imparerai a conoscere il trattamento dell'osteocondrosi cervicale da questo articolo.

Nevralgia occipitale

Il dolore nella colonna cervicale è spesso il risultato di compressione o irritazione del nervo occipitale.

In questo caso, la cefalea e la mialgia possono essere unilaterali o simmetriche. I dolori sono localizzati dietro le orecchie, hanno un carattere lancinante, si manifestano bruscamente e possono intensificarsi in piena luce. Le sensazioni spiacevoli nella zona del collo e della testa spesso soffrono di impiegati e persone con carenza di attività fisica. A rischio sono anche le persone con diabete mellito, meningite, lesioni spinali. La probabilità di sviluppare la malattia aumenta lo stress privato e disturbi nervosi, ipotermia.

Leggi di più sulla nevralgia della testa qui.

Miogelosi

La miogelosi, una condizione patologica in cui i muscoli del collo diventano più densi, può verificarsi sullo sfondo di stress cronico, disturbi della postura, intorpidimento sistematico della schiena.

Le correnti d'aria, il sovraccarico nervoso o fisico contribuiscono allo sviluppo della malattia. Con la miogelosi, il paziente ha collo e mal di testa, le sensazioni sono concentrate nella zona occipitale. L'immagine è completata da vertigini, limitazione dell'attività al collo, dolore quando si gira la testa.

Spondilosi cervicale

Le persone anziane sono predisposte allo sviluppo di questa malattia. Diventa una conseguenza della proliferazione del tessuto osseo alla giunzione della prima e della seconda vertebra cervicale. La funzionalità del reparto diminuisce, la struttura dei tessuti cambia, provocando un mal di testa che sale dal collo. Le sensazioni si estendono alle spalle, alla parte posteriore della testa, alle orecchie e agli occhi. Questo è completato da uno scricchiolio al collo quando si piega e si gira la testa. Si osserva formicolio agli arti superiori e la forza muscolare diminuisce. La probabilità della malattia aumenta con l'età, con ipotermia regolare del reparto, infiammazioni delle articolazioni, carichi statici prolungati in assenza di esercizio fisico.

Emicrania cervicale

Questa malattia è anche chiamata sindrome dell'arteria vertebrale. Può essere provocato da osteocondrosi, aterosclerosi, lesioni spinali. Se non trattata, la circolazione cerebrale è compromessa, il che influisce gravemente sulla qualità della vita del paziente. La malattia può provocare paralisi o paresi, problemi con la parola e la memoria. Il rischio di sviluppare un ictus aumenta in modo significativo.

Il quadro clinico dell'emicrania cervicale:

  • il dolore si manifesta al collo, che si irradia alla testa - appare spesso dopo il sonno o si trova in una posizione scomoda;
  • sensazioni pulsanti, spari o esplosivi: la loro intensità può cambiare quando cambia la posizione della testa o del corpo;
  • la sindrome del dolore dura da un paio di minuti a diverse ore;
  • alla palpazione, il dolore al collo a sinistra oa destra aumenta;
  • la gravità della cefalea a volte raggiunge velocità tali che il paziente sviene;
  • c'è una sensazione di "tensione" della testa, che è accompagnata da una diminuzione della qualità dell'udito e della vista;
  • vertigini, nausea compaiono al culmine del dolore.

Anche in assenza di complicazioni, la malattia rappresenta un serio pericolo per l'uomo. La ridotta funzionalità del cervello e i dolori regolari influenzano le prestazioni e l'attività sociale del paziente. Può causare nevrosi, psicosi, depressione..

Imparerai qui i primi segni e il trattamento della patologia.

Meningite

Il processo infiammatorio che colpisce il rivestimento del cervello si verifica a causa della loro infezione. Il paziente ha un forte e significativo aumento della temperatura, mal di testa intenso e straziante, eccessiva eccitabilità o grave debolezza e letargia. Con il progredire della malattia, compare la nausea, che si trasforma in vomito frequente e non allevia. La rigidità dei muscoli del collo diventa un sintomo caratteristico. Le fibre sono così tese che il paziente assume una posizione forzata - su un fianco, con la testa gettata all'indietro e le gambe piegate nello stomaco. Spesso, appare una caratteristica eruzione cutanea sul corpo.

Tensione nervosa

La causa del dolore che affligge la testa e il collo è spesso grave stress e ansia, sovraccarico fisico ed emotivo, disturbi nervosi.

Sotto l'influenza di questi fattori, una persona si irrigidisce, motivo per cui si verificano spasmi muscolari nell'area, nel collo e nell'articolazione della spalla. Ciò porta a una ridotta circolazione sanguigna nella zona e alla mancanza di ossigeno nei tessuti. Il dolore è localizzato nella regione occipitale, ha un carattere opaco e pressante, non ci sono pulsazioni o lombalgia. La sensazione può verificarsi in qualsiasi momento della giornata, ma di solito si verifica nel tardo pomeriggio. La sindrome del dolore lieve o moderato è spesso accompagnata da nebbia nella testa.

Imparerai a conoscere l'influenza dello stress sullo sviluppo della cefalea in questo articolo..

Colonna vertebrale o trauma cranico

Le lesioni ai dischi tra le vertebre, le patologie degli spazi articolari e lo stiramento muscolare nel rachide cervicale esercitano uno stress eccessivo sulla colonna vertebrale. Di conseguenza, la persona inizia a provare dolore al collo che si irradia alla testa. Le manifestazioni sono episodiche o costanti, la loro intensità dipende dal grado di danno tissutale. Inoltre, un mal di testa può essere osservato dopo una lesione cerebrale traumatica. Tutte le situazioni sono caratterizzate da una serie di momenti simili: aumento delle sensazioni dopo il sonno e movimenti improvvisi della testa, nonché una prolungata posizione in piedi.

Gruppo di rischio

La comparsa simultanea di forti dolori alla testa e al collo è tipica delle persone le cui attività sono associate al lavoro al computer e ai dispositivi di laboratorio. A causa della costante permanenza in una postura fisiologicamente scorretta, la funzionalità dei muscoli inizia a diminuire. Questo può essere evitato facendo pause di tanto in tanto e facendo semplici esercizi per la parte superiore del corpo. Una combinazione di sintomi può anche comparire nelle persone impegnate nel lavoro fisico, a causa della distribuzione irregolare dei carichi.

Il gruppo di rischio comprende:

  • gioiellieri e orologiai - nel loro caso, tutto è aggravato dalla costante tensione dei muscoli oculari e dalla necessità di eseguire lavori molto delicati, a causa dei quali il corpo è costantemente in uno stato di stress;
  • conducenti - stare al volante per diverse ore porta a un deterioramento della circolazione sanguigna generale;
  • impiegati: stare seduti a lungo a una scrivania davanti a un computer o documenti sovraccarica i muscoli della schiena e del collo. Nel 90% dei casi la situazione è aggravata dallo stress cronico;
  • atleti professionisti: il loro corpo è costantemente sottoposto a sovraccarico, che non può che influire sulle condizioni dei muscoli in alcune parti del corpo. Un gruppo a rischio speciale sono le persone che sollevano pesi costantemente;
  • persone che hanno subito lesioni alla testa e alla colonna vertebrale - le conseguenze di un incidente possono verificarsi in settimane o addirittura anni;
  • persone che conducono uno stile di vita malsano - rifiuto di attività fisica, cibo spazzatura, disturbi del sonno e veglia portano gradualmente a un cambiamento nello stato della colonna vertebrale, dei vasi sanguigni, del tessuto muscolare.

Inoltre, le persone anziane spesso lamentano dolori alla testa e al collo. Nonostante il processo di invecchiamento e i cambiamenti nella struttura dei tessuti non possano essere fermati in alcun modo, esistono metodi per rallentarne il corso. Effettuare una semplice profilassi, praticare sport, visitare un massaggiatore e consultare un medico in tempo per eventuali reclami ridurrà la probabilità di sviluppare sintomi.

Diagnostica

Una persona che ha dolore alla testa e al collo allo stesso tempo dovrebbe vedere un terapista. Condurrà un esame iniziale, raccoglierà l'anamnesi e ti indirizzerà a uno specialista ristretto, a seconda della diagnosi preliminare. I metodi diagnostici sono selezionati in base alle caratteristiche del quadro clinico. Sono necessarie analisi generali e biochimiche di urina e sangue. Inoltre, vengono eseguiti una radiografia del rachide cervicale, un'ecografia dei vasi del collo e della testa, una TC o una risonanza magnetica.

Trattamento

La maggior parte delle malattie che causano dolore alla testa e al collo sono gestite da un neurologo. A seconda della diagnosi e delle caratteristiche dell'organismo, ti dirà cosa fare in un caso particolare.

Chiedere assistenza medica precoce di solito può evitare terapie radicali. Il regime di trattamento si basa sull'assunzione di farmaci, fisioterapia, utilizzo della medicina tradizionale.

Trattamento farmacologico

La terapia sintomatica, finalizzata esclusivamente a combattere i due principali sintomi della malattia, avrà solo un effetto temporaneo. È necessario agire sulla causa stessa del problema, quindi le manifestazioni della malattia scompariranno completamente. Non dovresti cercare di affrontare i sintomi da solo, è meglio farlo sotto la guida di un medico..

I seguenti rimedi possono essere usati per trattare il dolore alla testa e al collo:

  • FANS - "Diclofenac", "Ibuprofen";
  • miorilassanti - "Baclofen", "Tizanidine";
  • complessi vitaminici - "Neuromultivit", "Milgama";
  • sedativi - "Glycine", valeriana;
  • antispastici - "No-Shpa", "Baralgin";
  • "Afobazol" significa normalizzare l'attività del sistema nervoso autonomo.

Puoi saperne di più su Afobazol qui.

In assenza dell'effetto dei fondi utilizzati, non vale la pena regolare il dosaggio o modificare personalmente il programma di assunzione. È meglio fare una seconda visita dal medico e verificare la correttezza della diagnosi.

Fisioterapia

Il massaggio è uno dei migliori rimedi nella cura delle malattie che provocano dolore alla testa e al collo. Un trattamento corretto e regolare della zona del collo e della parte superiore della schiena non solo può alleviare il disagio, ma anche eliminare alcuni problemi. Per ottenere il massimo effetto, si consiglia di completare l'intero ciclo di massaggio da un professionista. Come ultima risorsa, puoi pensare di acquistare un massaggiatore per il lavoro a casa.

Prevenzione

Prevenire lo sviluppo delle condizioni di cui sopra ti consentirà di non affrontare il dolore alla testa e al collo. Inoltre, vale la pena fare il rafforzamento generale del corpo con l'aiuto di complessi vitaminici, indurimento e medicina tradizionale. Le persone moderne devono costantemente affrontare situazioni stressanti, quindi vale la pena adottare una qualsiasi delle tecniche di rilassamento o trovare un hobby.

Se ti fanno male la testa e il collo, devi apportare le seguenti modifiche alla tua vita abituale:

  • rifiuto di bere alcolici e fumo - questo avrà un effetto positivo sullo stato dei vasi sanguigni e di tutto il corpo;
  • rispetto della routine quotidiana e fornitura al corpo di condizioni confortevoli per il riposo - biancheria da letto di alta qualità;
  • passeggiate regolari all'aria aperta, pratica di sport o almeno ginnastica quotidiana;
  • rifiuto di qualsiasi cibo spazzatura, a causa del quale i sali si depositano nella colonna vertebrale e le placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni;
  • lavorare sulla postura corretta, pause sistematiche quando si è seduti a lungo in un posto.

Tale prevenzione e uno stile di vita sano possono non solo prevenire la comparsa di problemi, ma anche eliminarli in una fase iniziale del processo patologico. Devi sempre rispettare le regole e non in caso di sintomi spiacevoli. Il dolore alla testa e al collo è un fattore distraente e fastidioso, un segnale del corpo sulla presenza di fallimenti. Ignorarlo aumenta i rischi di sviluppare cambiamenti permanenti nella struttura della colonna vertebrale e malattie più gravi.

Mal di testa al collo

La cefalea cervicale è localizzata nelle regioni occipitale e cervicale ed è causata da cambiamenti nelle strutture della testa o del collo.

La causa più comune di un tale mal di testa è l'osteocondrosi cervicale. In casi più rari, il mal di testa al collo si verifica a causa di traumi, infiammazioni e altre malattie..

Questo tipo di mal di testa può essere unilaterale, sordo, lancinante, lancinante o esplosivo. Può essere accompagnato da vertigini, tinnito, parestesia.

L'obiettivo del trattamento del mal di testa cervicale è alleviare il dolore ed eliminare le cause sottostanti..

Cause del mal di testa al collo

Un mal di testa al collo può derivare da:

  • Cambiamenti degenerativi nella colonna vertebrale. Le cause più comuni di mal di testa cervicale sono ernia del disco, osteocondrosi, artrosi del rachide cervicale;
  • Lesioni al collo. Lesioni a legamenti, muscoli, articolazioni, tendini, dischi e nervi nella parte superiore del collo possono causare mal di testa cervicale cronico;
  • Attività fisica;
  • Processi infiammatori nel rinofaringe;
  • Movimenti acuti del collo. Come risultato di tali movimenti, possono verificarsi lacrime del tessuto connettivo che circonda le articolazioni delle articolazioni;
  • Lunga permanenza in una posizione;
  • Ipotermia;
  • Malattie infettive come la meningite
  • Tumori e ascessi del cervello, localizzati nella parte posteriore della testa, tumori del rachide cervicale, morbo di Paget.

Tipi e sintomi del mal di testa cervicale

Il mal di testa cervicale è suddiviso in:

  • Cefalea da tensione, che è caratterizzata dal verificarsi di spasmi muscolari nella nuca e nel collo a causa di eccitazione, stress e altri sovraccarichi emotivi. Molto spesso, un tale mal di testa si presenta sotto forma di un lieve attacco e dura non più di un giorno..
  • Cefalea vascolare. Si manifesta con ipertensione, sindrome dell'arteria vertebrale ed è espressa da dolore pressante, pulsante o scoppiettante nella parte posteriore della testa e del collo. Le sensazioni dolorose si verificano più spesso nelle ore mattutine.
  • Emicrania cervicale. I suoi sintomi sono un forte mal di testa nella parte posteriore della testa, che si irradia alle tempie e agli occhi. Il dolore è bruciante, intenso, accompagnato da un'elevata sensibilità e indolenzimento della pelle. Il dolore aumenta con i movimenti della testa. Questi sintomi possono essere accompagnati da disturbi visivi sotto forma di diminuzione della sua acutezza, nebbia davanti agli occhi, perdita del campo visivo, crampi agli occhi; disturbi dell'udito e dell'equilibrio;
  • Nevralgia del nervo occipitale. È associato alla permanenza del muscolo del collo in uno stato di costrizione e tensione costante. Quando si gira la testa, il dolore aumenta molte volte;
  • Miogelosi. È caratterizzato da un doloroso indurimento dei muscoli del collo. Il dolore si irradia quasi sempre alla parte posteriore della testa. In questo caso, il paziente può avvertire vertigini, la mobilità del collo è limitata;
  • Spondilosi cervicale. È caratterizzato dalla formazione di osteofiti alle articolazioni delle vertebre. Il dolore è persistente e peggiora quando si gira la testa.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al mal di testa con osteocondrosi cervicale.

L'osteocondrosi cervicale è una malattia che colpisce i dischi intervertebrali del rachide cervicale. Allo stato attuale, è diventato molto giovane e viene diagnosticato in età piuttosto giovane. Il mal di testa nell'osteocondrosi cervicale è causato dalla compressione dei processi ossei dell'arteria vertebrale. In questo caso, il paziente avverte un dolore scoppiettante, che aumenta con i movimenti della testa e dei bulbi oculari. In alcuni casi, il dolore può essere accompagnato da nausea e vomito, debolezza in tutto il corpo. Il mal di testa che accompagna l'osteocondrosi cervicale è noioso e costante. Oltre al mal di testa, una persona può provare dolore all'avambraccio, sotto la scapola, nella regione del cuore. Ciò può causare formicolio o intorpidimento alla mano..

Diagnostica mal di testa cervicale

Per diagnosticare le cause del mal di testa cervicale, il medico utilizza i risultati di un'indagine paziente, dati di anamnesi, che possono indicare la presenza di varie malattie o lesioni del rachide cervicale. I test vengono eseguiti premendo la vena vertebrale.

Il paziente è inoltre incaricato di eseguire:

  • Radiografia del rachide cervicale. Questo metodo aiuta a confermare evidenti cambiamenti nella struttura delle vertebre cervicali e identificare le possibili cause di questi cambiamenti;
  • Risonanza magnetica per immagini o tomografia computerizzata del collo. Questo metodo consente di analizzare la struttura del disco intervertebrale, delle vertebre, del canale attraverso il quale l'arteria vertebrale passa a strati;
  • Ecografia Doppler. Aiuta a indagare sul flusso sanguigno attraverso l'arteria vertebrale nei punti della sua posizione al di fuori del canale osseo;
  • Reoencefalografia. Consente di valutare il flusso sanguigno cerebrale in generale.

Trattamento del mal di testa cervicale

La scelta del trattamento per il mal di testa cervicale dipende dalla causa che lo ha causato..

Se il dolore è pronunciato, l'obiettivo delle misure terapeutiche, oltre a eliminare la causa della cefalea, sarà ridurre la sindrome del dolore e alleviare le condizioni del paziente. A tal fine, ai pazienti vengono prescritti farmaci antinfiammatori che hanno un effetto analgesico; antispastici, farmaci con un moderato effetto miorilassante (midocalm, carbamazepina), nonché farmaci per le vertigini - fenibut, betastina; farmaci antiemicranici (come sumatriptan).

Se un mal di testa cervicale è causato da una sindrome ipertensiva, il suo trattamento viene ridotto a una diminuzione della pressione intracranica con l'aiuto di farmaci disidratanti con effetto diuretico, nonché farmaci che normalizzano il deflusso venoso.

Per il mal di testa cervicale causato dalla compressione dei rami dei nervi vertebrali e occipitali, viene utilizzata la terapia con farmaci antinfiammatori.

Il trattamento del mal di testa cervicale causato dall'osteocondrosi si basa sull'uso di farmaci, fisioterapia, esercizi di fisioterapia.

In questo caso, la terapia farmacologica si basa sull'utilizzo di fondi:

  • Ridurre la tensione muscolare;
  • Migliorare la circolazione cerebrale;
  • Alleviare il dolore e ridurre l'infiammazione;

Inoltre, sono prescritti: vitamine del gruppo B, niacina, calcio, magnesio, preparati di fosforo.

Come misure fisioterapiche, usano: bagni terapeutici, magnetoterapia, applicazioni di paraffina, elettroforesi, massaggi, agopuntura.

In alcuni casi, ai pazienti con cefalea cervicale può essere prescritto un intervento chirurgico al fine di eliminare lo spostamento delle vertebre, stabilizzarle, rimuovere le escrescenze cartilaginee e ossee.

Pertanto, un mal di testa cervicale è una condizione patologica che riduce significativamente la qualità della vita del paziente e può indicare la presenza di malattie piuttosto gravi. Pertanto, prima di assumere autonomamente antidolorifici che portano solo un sollievo temporaneo, è imperativo consultare un medico e sottoporsi a un esame appropriato per determinare le cause di questo tipo di mal di testa..

Mal di testa con osteocondrosi cervicale: trattiamo le cause, eliminiamo le conseguenze

È improbabile che ci sia almeno una persona fortunata che non ha mai provato un mal di testa nella sua vita. Una sensazione di pesantezza, costrizione, una sensazione come se la testa fosse piena di piombo o, al contrario, trasformata in un punto di dolore pulsante... Come alleviare questa tensione? E se le pillole non funzionano? E, soprattutto, come determinare e neutralizzare la causa del dolore in modo che l'emicrania ti lasci irrevocabilmente?

Soddisfare

In questo articolo, analizzeremo i tipi di mal di testa nell'osteocondrosi del rachide cervicale, parleremo di come distinguere il dolore provocato dall'osteocondrosi da altre malattie e suggeriremo diversi metodi di trattamento efficaci. Devi solo leggere l'articolo (non ci vorranno più di 20 minuti) e scegliere il metodo appropriato (spoiler - "votiamo" per un approccio integrato).

Osteocondrosi del rachide cervicale (link a un articolo sull'osteocondrosi cervicale) è giustamente considerata una delle malattie più comuni del nostro tempo. Ciò è dovuto principalmente ai cosiddetti vantaggi del progresso tecnologico: macchine e gadget “intelligenti” che semplificano e automatizzano il più possibile la parte del leone delle nostre attività quotidiane. Di conseguenza, all'età di trent'anni, la persona media ottiene una classica "combo": problemi di vista, eccesso di peso e malattie del sistema spinale. E se con le prime due conseguenze è ancora del tutto possibile invertire la situazione (ancora una volta, grazie alle moderne tecnologie e al livello della medicina), allora con la colonna vertebrale è improbabile che un tale "trucco" funzioni: purtroppo, nella maggior parte dei casi, l'osteocondrosi del collo è irreversibile. Può essere fermato e fermato, ma una cura completa è possibile solo nelle prime fasi della malattia. Il fatto è che i dischi intervertebrali non vengono ripristinati, il che significa che tutti i cambiamenti che si sono già verificati - danni, esaurimento e deformazione - non possono essere corretti. MA ci sono buone notizie: i dischi possono essere rafforzati e il processo di distruzione può essere interrotto completamente, se il trattamento o la prevenzione competente vengono avviati in tempo.

Perché la testa fa male a causa dell'osteocondrosi cervicale: cause del dolore

Sfortunatamente, il mal di testa è un compagno quasi invariabile dell'osteocondrosi cervicale. La causa più comune è la cattiva circolazione e il pizzicamento dei nervi e delle arterie causato dalla deformazione delle vertebre e dei dischi.

Per comprendere la natura del dolore, passiamo alla struttura del rachide cervicale e ai processi in esso innescati dall'osteocondrosi.

Ti invitiamo a vedere video, spiegando la connessione tra mal di testa e osteocondrosi

La regione cervicale comprende sette vertebre collegate da dischi intervertebrali, che di fatto fungono da ammortizzatori: conferiscono fermezza ed elasticità all'intero sistema. Il rachide cervicale stesso è il più vulnerabile, perché il corsetto muscolare è meno sviluppato rispetto ad altre parti della colonna vertebrale, le vertebre sono notevolmente inferiori e la missione assegnata - fornire l'attività motoria del collo e della testa e proteggere l'arteria principale che alimenta il cervello - è fondamentale. Pertanto, eventuali violazioni possono portare alle conseguenze più tristi: dal malfunzionamento di vari sistemi corporei all'ictus e al coma..

Con la progressione dell'osteocondrosi, i dischi intervertebrali si seccano, compaiono delle crepe e il nucleo gelatinoso liquido (centro del disco) inizia a sporgere nel canale spinale. In questo caso, gli elementi di collegamento vengono spostati, le terminazioni nervose sono irritate, l'arteria viene schiacciata e si verifica l'inevitabile disturbo della circolazione sanguigna. Il cervello manca di nutrienti e il sistema nervoso centrale smette di far fronte ai compiti. In medicina, questo processo è chiamato sindrome dell'arteria vertebrale. È estremamente pericoloso eseguirlo o ignorarlo: sono possibili costrizioni prolungate, completa degenerazione dell'arteria e malfunzionamento dei sistemi vitali del corpo.

Come fa male una testa con l'osteocondrosi cervicale: tipi e natura del dolore

Il mal di testa con osteocondrosi cervicale - o cranialgia - può variare per localizzazione, intensità e durata... Tuttavia, non importa per quanto tempo il mal di testa con osteocondrosi, il dolore peggiora inevitabilmente la qualità della vita di una persona, trasformando la vita di tutti i giorni in un vero inferno. Farmaci e farmaci per il dolore spesso non aiutano, forti mal di testa ritornano ogni giorno e gli attacchi possono durare da diversi minuti a dieci ore...

Come essere e come rimuovere queste sensazioni dolorose? Per scegliere il rimedio corretto ed efficace, comprendiamo prima la natura stessa del dolore. Di seguito elenchiamo i sintomi più comuni e analizzi se ti sono familiari (speriamo sinceramente di no).

  • Dolore pulsante dinamico.
    Inizia con una forte pulsazione nella parte posteriore della testa e poi si diffonde gradualmente in tutta la testa. Di solito compare dopo una permanenza prolungata in una posizione scomoda. Può essere uniforme o avere un carattere unilaterale pronunciato. In quest'ultimo caso, di regola, stiamo parlando di un nervo schiacciato sul lato sinistro o destro della testa..
  • Forte dolore lancinante.

Non si verifica così bruscamente, ma è più prolungato - a volte persiste per tutto il giorno. Il paziente avverte una forte pressione, come se la testa stesse scoppiando dall'interno. Allo stesso tempo, qualsiasi attività (fino al movimento degli occhi) causa un deterioramento: il dolore progredisce e il collo diventa impossibile. La causa di tale dolore è la compressione dell'arteria e l'afflusso di sangue alterato..

  • Dolore parossistico improvviso.

Si manifesta in spasmi acuti e inaspettati che accompagnano movimenti e giri della testa. Il paziente avverte dei "colpi" che vanno dalla parte posteriore della testa alle tempie e si intensificano quando cambia posizione. Allo stesso tempo, la nausea e persino il vomito vengono spesso aggiunti al mal di testa..

Come distinguere il dolore causato dall'osteocondrosi cervicale?

Il mal di testa con osteocondrosi del rachide cervicale può inizialmente essere confuso con emicrania, superlavoro, picchi di pressione e altri tipi di cefalea. Tuttavia, una persona "esperta" che è passata attraverso questo più di una volta identifica facilmente la cranialgia..

Il fatto è che un mal di testa nell'osteocondrosi cervicale raramente "arriva" da solo - di regola, è accompagnato da un intero "bouquet" di sintomi aggiuntivi:

  • debolezza generale e affaticamento del corpo;
  • spasmo muscolare al collo, che può diffondersi lungo il corpo fino agli arti;
  • intorpidimento e formicolio delle dita;
  • vertigini, "mosche" davanti agli occhi;
  • deterioramento della coordinazione e dell'udito;
  • nausea, vomito, aumento della pressione sanguigna;
  • insonnia, irritabilità;
  • tachicardia, dolore al cuore e al petto;
  • gonfiore e anemia del viso.

Oltre ai sintomi di accompagnamento, il mal di testa con osteocondrosi cervicale ha le sue specificità: si verifica spesso di notte e al mattino, gli attacchi si verificano improvvisamente senza alcuna ragione evidente e, di regola, si diffondono gradualmente all'intero cranio. Gli antidolorifici non aiutano, la persona è nauseata e ha le vertigini.

I principali segni e differenze di mal di testa nell'osteocondrosi cervicale - vedi video

"Come viene trattata questa condizione?" e "Cosa bere per farmi sentire meglio?" - queste sono due domande chiave che il paziente pone e cerca risposte su Internet e sui forum tematici... dimenticando che il mal di testa è solo un sintomo, e per eliminarlo è importante curare la causa, non l'effetto.

Mal di testa nell'osteocondrosi cervicale: trattamento e prevenzione

Il mal di testa con osteocondrosi del rachide cervicale può essere alleviato in diversi modi: compresse, unguenti, vitamine, blocchi, esercizio fisico e fisioterapia... Tuttavia, c'è sempre il rischio di un improvviso ritorno del dolore. Cosa fare per evitare che il dolore ritorni, ed è possibile trovare un rimedio "magico" che aiuti a dimenticare l'emicrania cervicale?

Trattamento farmacologico

Per alleviare il mal di testa nell'osteocondrosi cervicale, gli antidolorifici convenzionali sono spesso inadatti - quindi gli antispastici vengono in soccorso, mirati allo spasmo muscolare, analgesici che alleviano la sindrome del dolore e sedativi (sedativi) progettati per eliminare l'irritabilità e portare sollievo generale.

Spesso vengono prescritti farmaci vasodilatatori per migliorare la circolazione sanguigna..

Importante! L'automedicazione è estremamente pericolosa! Solo un medico dovrebbe selezionare i farmaci - dopo un esame completo del paziente.

Unguenti riscaldanti

Speciali unguenti riscaldanti vengono applicati alla zona del collo: aiutano ad alleviare l'infiammazione, rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e migliorare il flusso sanguigno nella colonna cervicale.

Tuttavia, devi stare molto attento: con un uso incauto o eccessivo (riscaldamento troppo lungo, farmaco sbagliato, ecc.), Puoi facilmente "guadagnare" un'ustione!

Blocchi

Con mal di testa insopportabili con osteocondrosi cervicale, può essere prescritto un ciclo di blocchi: iniezioni anestetiche per alleviare il dolore che alleviano contemporaneamente il dolore e alleviano l'infiammazione. Infatti, durante il blocco, il medico "blocca" letteralmente il nervo danneggiato, il che fa sentire il paziente un notevole sollievo.

È importante capire che i blocchi hanno un effetto temporaneo e consentono di dimenticare l'osteocondrosi cervicale solo per un tempo limitato. Questo è un metodo efficace al momento dell'esacerbazione, tuttavia, per un trattamento adeguato, deve essere combinato con procedure riparative e preventive.

Vitamine per migliorare la salute delle arterie

Per rafforzare i muscoli e migliorare l'afflusso di sangue, i medici prescrivono un complesso vitaminico (compresse o iniezioni). Di regola, le vitamine del gruppo B, E e C danno i migliori risultati..

Terapia fisica, massaggi e fisioterapia

Infine, uno dei metodi di trattamento più importanti che influisce direttamente su un risultato positivo sono gli esercizi terapeutici, che il paziente esegue autonomamente o sotto la supervisione di uno specialista (a seconda dello stadio e della "gravità" della malattia).

La terapia fisica è un insieme speciale di esercizi volti ad allungare la colonna vertebrale, alleviare la tensione e in generale rafforzare la struttura muscolare. Se le condizioni del paziente lo consentono, l'educazione fisica può essere integrata con fisioterapia e massaggio alla testa e al collo.

Il trattamento può alleviare il mal di testa per sempre??

Tornando alla domanda di un rimedio "magico" che allevia per sempre il mal di testa da osteocondrosi cervicale con una singola dose, rispondiamo: ahimè, una pillola del genere non è ancora stata inventata.

Per un trattamento efficace dell'osteocondrosi del collo e, di conseguenza, del mal di testa, è necessario un approccio integrato, che inizia con un recupero generale di tutto il corpo nel suo insieme e del sistema spinale in particolare..

Cosa si dovrebbe fare per prevenire l'insorgenza o l'ulteriore sviluppo dell'osteocondrosi? Ci sono tre regole che ti consigliamo di seguire.

  • Passaggio 1. Esegui una profilassi regolare: fai esercizi per allungare la colonna vertebrale.
  • Fase 2. Rafforzare la colonna muscolare - caricare il corpo correttamente e dosato e mantenersi in buona forma.
  • Passaggio 3. Monitorare la circolazione sanguigna: non lasciare che il sangue ristagni, riscaldarsi e riempire le cellule di ossigeno.

Come trovare il tempo in un fitto programma di vita lavorativa (e cosa c'è veramente - la motivazione) per eseguire queste azioni quotidianamente? (Soprattutto quando si tratta di prevenzione e non hai ancora riscontrato un mal di testa con osteocondrosi cervicale).

C'è un ottimo modo che combina tutte e tre le attività:

Macchina massaggiatore professionale Drevmass

Come funziona? È così semplice! Grazie a una serie di rulli anatomici, il simulatore Drevmass consente di allenare tutti i reparti con alta qualità, allungando contemporaneamente la colonna vertebrale, rafforzando i muscoli e ripristinando il flusso sanguigno. E, soprattutto, solo 5 minuti al giorno sono sufficienti per un risultato efficace.!

Un esempio di una serie di esercizi per l'osteocondrosi sul simulatore di Drevmass, vedi video

L'efficacia di Drevmass è confermata da studi clinici e certificazioni, oltre che dall'esperienza dei nostri clienti. Guarda recensioni quelli che hanno già risolto i loro problemi grazie al simulatore

Se desideri una consulenza sulla prevenzione e l'autotrattamento delle malattie della colonna vertebrale utilizzando simulatori professionali Drevmass, saremo lieti di risponderti chiamando la hotline gratuita 8 800-700-37-79 o e-mail [email protected]

Puoi anche ordinare una richiamata o lasciare il tuo.

Speriamo che questo materiale ti sia stato utile e ti auguriamo salute e lunga vita.!

La tua squadra Drevmass

Top